“Vado al mercato, a fare shopping!”

Quante volte vi è capitato di fare questa affermazione e di trovarvi di fronte ad espressioni interrogative e poche convinte?! Molte, oserei dire.

I mercati, soprattutto quelli cittadini, che popolano le piazze una volta alla settimana, sono tendenzialmente identificati come dei luoghi di acquisto di prodotti di bassa qualità, tranne nel caso in cui si parli di generi alimentari.

Questi luoghi vengono, quindi, visti sotto una doppia sfaccettatura… Se da una parte li si identifica come contesti interessanti per acquisti di generi alimentari, di alta qualità e di origine locale tendono, invece, ogni qualvolta li si associa alle merci (e in particolare all’abbigliamento), a essere considerati come dei grandi e caotici luoghi in cui si acquistano prodotti a basso (dipende) prezzo e dozzinali.

shutterstock_159644693_0

Lo ammetto. Per molto tempo ho anche io abbracciato questa visione. Ora mi ricredo completamente e, anzi, confesso che alcuni dei miei migliori acquisiti li ho proprio fatti al mercato!

È vero, lo ammetto, ci sono “mercati e mercati”, ma tutti nascondo delle vere e proprie “chicche”… basta solo avere la voglia e la pazienzadi scovarle!

La mia riscoperta dei mercati è avvenuta davvero poco tempo fa… sino a quel momento anche io facevo parte della categorie di donne che andava al mercato e acquistava solo per un piacere meramente consumistico in quanto convinta di trovare capi di dubbia fattura e bassa qualità…

images-2

Partiamo da una premessa importante: non tutti i mercati sono uguali.

Sicuramente i migliori sono quelli delle grandi città, dove si fondono offerte molto diversificate e capaci di soddisfare i gusti più disparati… infatti, se penso al mercato della mia cittadina la sua offerta è limitata, ma questo non significa che non sia possibile trovare un’occasione o un capo interessante.

È vero, generalmente nei mercati dei piccoli paesini (soprattutto del nord) è più difficile trovare cose interessanti rispetto che a quelli delle grandi città o delle regioni del centro e del sud Italia, ma l’importante è non lasciarsi scoraggiare. Come ogni sfida, maggiori sono gli ostacoli migliore è il risultato!

La ricerca non è semplice, lo ammetto.

Prima di buttarsi nell’acquisto è necessario fare un vero e proprio “giro di perlustrazione”. Solo in questo modo ci si renderà conto di quale sia la reale offerta evitando, quindi, di acquistare subito la prima cosa che ci attira.

I tesori del mercato non sono mai né nelle prime né nelle ultime bancarelle. Questo è assodato.

Chatuchak-Market-Bangkok-Mercato-Piu-Grande-Asia3

Così come la bancarella più ordinata non sarà mai quella in cui scovare l’affare!

Consigli base:

  1. cerca nel cuore del mercato
  2. lasciati attrarre dalla moltitudine di gente
  3. non farti intimidire: inizia anche tua a rovistare sui tavoli… più le bancarelle saranno disordinate più nascondono prezzi e abiti cool!

Nei mercati di sicuro non troveremo l’ultimo capo presentato sulla passerella, ma questo non significa che non possiamo trovare delle cose di marca o molto in linea con la tendenza del momento.

Il mercato è anche l’opportunità, magari, per trovare il vestito che ci siamo lasciate sfuggire la stagione passata perché alla fine il mercato non è che una grande centro commerciale disordinato concentrato in pochi metri…!

 Pronte per andare al mercato?!