Dall’uomo per arrivare alla donna, NINA

Dall’uomo per arrivare alla donna, NINA

Napoletana, 27 anni, Martina Bruno, in arte Nina B.
Un alias che “sa già di successo”.. eh si, il suo nome d’arte è accattivante, facile da ricordare finché non si vedono le sue opere…eh si, una volta conosciuta la sua linea il nome Nina B. diventa indimenticabile…
Un’artista completa, con un curriculum di tutto rispetto…
Martina (osp, Nina B.) ha frequentato i corsi di Design per la Moda alla S.U.N. (Seconda Università di Napoli) e, dopo uno stage curriculare, è stata ammessa alla Scuola d’Alta Sartoria Kiton (Ciro Paone s.p.a.), dove ha studiato per il triennio successivo… durante questo corsi Nina B. ha imparato a creare un capospalla maschile, dal disegno, al taglio alla costruzione…
Ma non finisce qui, perché la giovane stilista, durante questi anni ha anche frequentato altri atelier e sartorie, dove ha appreso il taglio femminile…

 Conosciamola insieme…

Come è nata la tua passione per la moda? “La passione per la moda credo di averla avuta sempre dentro. Sin da bambina mi divertivo a “disegnare” pittoreschi vestiti e vestivo le bambole con stracci e nastri e tutto quello che riuscivo a recuperare per casa. Adoravo poi le riviste di moda, tutti quei vestiti insoliti e meravigliosi, i tessuti, i colori… guardavo quelle figure estasiata. L’amore vero e proprio però è nato durante gli anni alla Kiton. Nell’alta sartoria la magia si cela nei dettagli, dunque richiede una precisione fuori dalla norma. Mi ci sono messa con corpo e anima, e credo siano stati proprio i dettagli più minuziosi, rigorosamente manuali, a rappresentare la vera sfida. Ma sono una perfezionista, quindi alla fine, ci son riuscita con non poca soddisfazione. Anche se credo di avere ancora tanto, tantissimo da imparare. Come diceva il mio maestro, “la vera sfida sarà lì fuori!” Ed è proprio così.”
Raccontaci l’inizio della tua carriera? “Ho iniziato a proprio in quelle sartorie e negli atelier presso i quali mi recavo per far pratica. C’è da premettere che, anche se preferivo la moda femminile, con la Kiton mi sono affacciata esclusivamente al maschile, e me ne sono innamorata. Tuttavia riuscivo ad esprimere la mia fantasia molto più nei capi femminili, quindi dopo il diploma son tornata quasi esclusivamente al primo amore.Ma negli atelier mi sentivo limitata, frenata, non riuscivo ad esprimere il mio potenziale. Hanno più volte criticato la mia “mania” del “fatto a mano”, giustificando queste critiche con  il fatto che l’handmade è superato, non vende, e che oggi si guarda più alla quantità che alla qualità. Indubbiamente in parte è così, ma mi domandavo: noi giovani che abbiamo la fortuna di aver appreso, anche solo in parte, l’arte sartoriale, non dovremmo promuovere un ritorno ad essa? Quindi non mi son data per vinta. Ho appreso quello che potevo e poi ho iniziato a creare solo quello che mi andava. Così è nata la mia prima collezione di gonne handmade, e devo dire che ha avuto un successo in cui nemmeno speravo. Forse la qualità sta tornando di moda anche tra noi gente comune!”
Chi  sceglie il tuo brand? Cosa vuoi comunicare tramite le tue creazioni? “Il mio brand, a dispetto di tutto, viene scelto sia da donne più mature che magari apprezzano un capo sartoriale, che da ragazze molto più giovani. Per fortuna e con mia sorpresa, non è un brand a “limite d’età”. Come ho detto, mi occupo in particolar modo di gonne, e i modelli variano non di stagione in stagione, ma da persona a persona. I miei capi sono esclusivamente su misura, e cerco di adattare ad un determinato fisico un determinato modello, in modo che ogni donna si senta a proprio agio, che possa guardarsi allo specchio e sentirsi bella, anche grazie a me. Ed è esattamente questo il messaggio che vorrei inviare a chi sceglie ninab. : la moda non è impersonale, non è una copia di una copia, è l’esatto contrario. La moda si costruisce intorno alla persona. Non è la persona a doversi adattare all’abito, è l’abito a dover essere adattato alla persona nel modo più opportuno. Ed è quello che cerco di fare. Inoltre non ho abbandonato del tutto la moda maschile: continuo a realizzare giacche ed accessori da uomo, sempre rigorosamente fatti a mano. Ultimamente il pezzo forte, la star del ninab.for men sono proprio i papillon!”


Quali sono le principali sfide e difficoltà che una stilista come te, che lavora in modo artigianale, deve affrontare quotidianamente? “Le sfide sono sempre le stesse per ogni “piccolo imprenditore”, credo. Innanzitutto, bisogna farsi conoscere, proporsi, analizzare i competitors, farsi strada piano piano…ed è dura. Molto dura. Ma credo che una passione, quando è vera, non possa far altro che sbocciare. Ci vuole forza di volontà, olio di gomito e pazienza, ma se ci credi davvero alla fine ci riesci. Sono certa che se cadrò dieci volte, undici volte saprò rialzarmi…perché credo davvero in quello che faccio, amo davvero quello che faccio.”
Essendo completamente realizzati a mano ogni tua opera è unica ed ha una propria storia…a quale dei tuoi prodotti sei più legata? “In realtà sono legata ad ogni capo che creo, proprio perché ognuno è realizzato quasi del tutto manualmente. Ovviamente le stoffe stampate richiedono meno tempo ed inventiva, mentre quelle grezze che ricamo a mano con disegni che invento volta per volta, sono un altro paio di maniche. In quelle metto davvero anima e corpo, e soprattutto tempo…tantissimo! Probabilmente sono i pezzi dai quali è più difficile separarmi. Ed è vero, ogni capo ha una sua storia. Infatti cerco di creare un legame con ogni cliente, di conoscere un po’ della sua vita, della sua storia, e mi viene più facile poi realizzare un prodotto che possa soddisfarla appieno.”
Attualmente dove possiamo trovarti e acquistare le tue creazioni? “Per adesso ho creato un piccolo atelier in casa, ma col tempo spero di averne uno vero e proprio! Per lo più vendo tramite spedizione (la prima è sempre gratuita!)… Trovate me e i miei prodotti sulla mia pagina Facebook (https://www.facebook.com/ninabruno.fd/) e su Instagram (@ninab_fashiondesigner), e potete contattarmi da lì o tramite e-mail all’indirizzo ninab.fashiondesigner@gmail.com”

14 commenti su “Dall’uomo per arrivare alla donna, NINA

  1. Nina B una donna di talento ma soprattutto una persona vera creativa fino al midollo con un gusto impeccabile 😘

  2. Nina B è un vero talento! La prima volta che ho visto una sua creazione, una delle sue gonne a ruota, ho subito sognato di indossarla. Bella intervista, è sempre un piacere leggerti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto