La mia etica, il mio lavoro, il mio progetto: Pirovega

La mia etica, il mio lavoro, il mio progetto: Pirovega

Moda e etica. Un tema rilevante avente interrelazioni con differenti campi, da quello estetico a quello sociale, da quello economico a quello tecnologico.

Sempre di più è in atto un processo di sensibilizzazione verso l’effettiva situazione “di salute” del nostro pianeta… sebbene molte volte non ce ne rendiamo conto il settore manifatturiero – inclusivo anche di quello della moda – costituisce uno degli ambiti che genera una maggior aggravio della situazione/condizione dell’ambiente in cui viviamo.

Questa dinamica ha portato allo sviluppo, anche all’interno del fashion system, di un processo di sensibilizzazione di alcuni brand e imprenditori che – sempre di più – hanno scelto di abbracciare e di sostenere un approccio che sia più etico e tutelativo.

Oggi parliamo di Pino e della sua Pirovega, un negozio torinese dove vende accessori e scarpe vegani. Una scelta imprenditoriale che si fonda in una profonda consapevolezza e decisione personale di vita. Pino ha, infatti, deciso di diventare vegetariano da oltre trent’anni, quando ha iniziato a studiare Scienze Biologiche; questa scelta ha trovato base, in un primo momento, in motivazioni prettamente salutistiche.

Oggi, a distanza di anni permane la sua convinzione salutista ponendosi però in secondo piano rispetto alle motivazioni etiche e (persino) in terzo piano se si considerano i danni ambientali legati al consumo di carne. Queste motivazioni e l’acquisizione della consapevolezza in merito a cosa effettivamente accada negli allevamenti ha portato Pino a passare dal vegetarianesimo al veganesimo. Pino crede e vive nella quotidianità la sua scelta di vita. Una scelta che per lui è stata “obbligata” da ogni punto di vista, etico, ecologico, salutista…

Conosciamo insieme Pino…

Com’è nato Pirovega? “PIROVEGA è nato a fine ottobre 2017, con il proposito di vendere prodotti di qualità elevata, ben fatti, assolutamente cruelty-free, privi di materiale di origine animale, ma non solo. Inoltre, Vogliamo anche che tutti i nostri prodotti soddisfino requisiti ecologici, ambientali, sociali, e lavorativi. Sulla base di questo obiettivo trattiamo marchi caratterizzati da un approccio innovativo, che siano in grado di rispondere agli standard descritti e che, nel caso in cui producano all’estero, svolgano questa attività in condizioni di lavoro eque. Ci proponiamo anche di sostenere anche la progettazione e la produzione Italiana, collaboriamo con piccole aziende, start-up innovative ed artigiani locali.
La nostra scelta di vendere calzature ed accessori eticamente ed ecologicamente sostenibili è oggi il punto di arrivo di un percorso che partendo dalla alimentazione, si propone di accrescere e di sensibilizzare verso la difficile situazione complessiva del pianeta. Sebbene piccolo il nostro progetto vuole andare a delinearsi come un piccolo contributo verso la costruzione di un mondo più giusto per noi e per le generazioni future. 

Pirovega-9

Qual è la mission di Pirovega… “La nostra mission è chiara e ben definita. Non ci interessa nè fare proselitismo né vogliamo convincere qualcuno a fare scelte così difficili e profonde come l’alimentazione vegana, ma vogliamo offrire la possibilità, a coloro che hanno già fatto questa scelta di essere coerenti non solo a tavola, ma anche nella vita quotidiana, nel loro modo di vestirsi e, quindi, nell’abbigliamento. Vogliamo offrire questo senza che ci sia la rinuncia della qualità, estetica, eleganza. E se, grazie alla nostra presenza, qualcuno avrà la possibilità di porre anche solo una minima attenzione o pensiero sugli argomenti e motivazioni che ci stanno a cuore sarà per noi un grande successo, un piccolo passo verso la volontà di creare valore, nostra vera mission…”

Pirovega-8

Parlaci dei brand che tratti… “Per quanto concerne i brand che trattiamo abbiamo fatto una selezione accurata. Abbiamo scelto, ad esempio, di rinunciare a marchi anche famosi e certamente più attrattivi dal punto di vista commerciale, come ad esempio alla linea vegana di Dr Martens, a favore di marchi che non producano “anche vegan”, ma “solo vegan”.
Trattiamo brand affermati e garantiti, quali Will’s London, Nae Vegan, l’italianissimo ed artigianale Fera Libens, che produce calzature magnifiche e curatissime, costruite a mano in Italia, e ancora Mnmur, artigiani torinesi che producono zaini, portafogli e cinture magnifici riciclando ed assemblando a mano camere d’aria e copertoni di bici usati.
Recentemente abbiamo introdotto anche Miomojo, azienda che produce borse e zaini in microfibra e tessuto Pet dal riciclaggio della plastica, e Ziza Style Habits, azienda italiana che costruisce artigianalmente delle borse spettacolari in tessuto Piñatex ricavato dalla fibra di foglie di ananas.”

Pirovega-7

Quali sono le principali sfide e difficoltà che un imprenditore innovativo e caratterizzato da una mission e da una scelta operativa così chiara e forte te deve affrontare quotidianamente? “Beh, lo sappiamo, chi opera scelte difficili o innovative è consapevole che il percorso che ha dinnanzi non è semplice, ma in salita. La sfida più difficile consiste sicuramente nel cercare di resistere comportandosi in modo etico in uno Stato, ed in un mondo, che di etico hanno ancora molto poco.
Desidero essere ancora più diretto, e reputo che ne valga la pena. Noi procediamo in modo parallelo, nettamente separato dalla maggior parte del restante commercio di settore, ad esempio non facciamo saldi, né li fanno le aziende che trattiamo, perché lavoriamo già in partenza con un margine non elevato, perché garantiamo continuità di prodotto e di prezzo; non vogliamo entrare nel “perverso” meccanismo commerciale di attesa del saldo miracoloso… qualcuno crede che un prodotto che viene venduto al 7 gennaio al 70% del prezzo iniziale sia davvero sottocosto? Il nostro approccio alla vendita è molto “soft”, non forziamo mai in nessun modo un acquisto, ogni cliente che entra in negozio può farlo anche solo per una piacevole chiacchierata ed un caffè, senza nessuna pressione commerciale. Infine, siamo rigorosi ed irreprensibili dal punto di vista normativo e fiscale. Probabilmente molti pensano che la nostra vera sfida sia quella di vendere commercialmente, secondo l’approccio tradizionale, un prodotto che molte volte viene definito “di finta pelle”… in realtà spiegare cosa sia il veganesimo e quali scelte comporti costituisce per me un piacere…”

Pirovega-6

Chi è il cliente tipo che sceglie l’offerta di Pirovega? “Il nostro cliente tipo, ovviamente, è il vegetariano o vegano che acquistando delle scarpe, borse o accessori voglia essere coerente con la sua scelta etica, che, ripeto, il più delle volte non è una scelta alimentare, ma un vero e proprio stile di vita. Ma ad onor del vero devo dire che finora almeno il 30 per cento degli acquisti è avvenuto da parte di clienti non vegani né vegetariani, che semplicemente sono stati attratti dallo stile e qualità dei nostri prodotti.”

Pirovega-4

Progetti per il futuro? “Innanzitutto avere il “fiato per continuare a correre”, perché vedo dinnanzi a me una salita ancora lunga, e poi… chissà, vedremo… Ci piacerebbe aprire altri punti vendita o magari iniziare produrre una nostra linea personale. Sono progetti ambiziosi, lo so, forse miraggi per ora, ma sono progetti ai quali onestamente ho pensato.”

Attualmente dove possiamo trovare e acquistare i tuoi prodotti? “Il nostro negozio si trova a Torino in Via Fratelli Calandra n°5,  aperto da lunedì a sabato con orario continuato 11-19. I prodotti sono disponibili anche on-line sul nostro sito web. Desideriamo però incoraggiare chiunque abbia la possibilità di farlo a venire a trovarci in store in quanto reputo che le nostre scarpe meritino di essere toccate e viste da vicino… inoltre, noi amiamo parlare con i nostri clienti, trasmettere il nostro pensiero e confrontarlo.”

30 commenti su “La mia etica, il mio lavoro, il mio progetto: Pirovega

  1. cruelty free, belle e di ottima qualità: si vede tutto! Dovrebbero essere tutte così! Io ci aggiungerei anche un po’ di estro!

    1. anche io non sono vegetariana, ma credo che la tutela dell’ambiente sia davvero importante e reputo che sia bellissimo trovare realtà imprenditoriali dove c’è coerenza tra valori dell’imprenditori e operatività

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto