Riflessioni imprenditoriali…

Riflessioni imprenditoriali…

ESSERE IMPRENDITORE OGGI

Essere imprenditore oggi non è facile.

Molte volte questa figura, all’interno dell’immaginario comune, viene associata ad una persona che vive la c.d. “vita facile”, di successo e di scalata dal momento che questo ruolo risulta strettamente correlato a concetti come ricchezza, mancanza di scrupoli, tranquillità e sfarzo.

Questo è ciò che si crede, ma la realtà è differente.

Successi e insuccessi si alternano così come soddisfazioni e delusioni.

Essere imprenditore oggi è una vera e propria sfida, una sorta di avventura che si sviluppa e snoda in modo costante cambiando dinamicamente e improvvisamente anche la stessa quotidianità.

Nonostante la libera professione rappresenti quella condizione capace di offrire a chi la intraprende la reale possibilità di cercare di vivere e di concretizzare il proprio sogno e le proprie ambizioni (in termini sia di attività operativa che di “mansioni”), richiede estrema flessibilità e reperibilità. L’imprenditore è, infatti, comparabile ad un medico sempre reperibile che deve essere recettivo e pronto a rispondere a variazioni inattese o a richieste nuove.

La routine non costituisce la quotidianità, ma – contrariamente – è la condizione eccezionale in quanto l’ordinaria l’operatività non segue e non può seguire degli schemi costanti sebbene richieda anche lo svolgimento periodico di mansioni (come ad esempio quelle amministrative e burocratiche) a cui non ci si può sottrare.

Essere un imprenditore è un impegno e una responsabilità verso sé stessi, la propria famiglia, ma anche verso la società.

Ogni giorno chi ricopre questa posizione deve operare concretamente mantenendo una visione oggettiva che lo porti a raggiungere il risultato ponderando tempi e risorse.

Un imprenditore è responsabile non solo di sé stesso, della sua condizione economica e di quella della sua famiglia, ma anche delle persone con cui collabora, sia dipendenti che clienti. L’imprenditore opera, infatti, sulla base di un mandato, che si fonda in una relazione di fiducia, dove il cliente lo seleziona, in quanto ha scelto e vuole il servizio e/o il prodotto da lui erogato.

La vita del libero professionista è affascinante perché stimolante, fatta di interazioni e contaminazioni. Un percorso che ti porta ogni giorno a scoprire concetti ed opportunità nuove richiedendoti una formazione in continuo potenziamento.

L’imprenditore è colui che non si può accontentarsi perché deve essere consapevole che la certezza di oggi non è necessariamente continua, può venire meno domani.

Vivere appieno questa posizione è sinonimo di grandi gioie e preoccupazioni, di spensieratezza e di mancanza di tempo libero.

Essere imprenditore non è da tutti e per tutti poiché richiede coraggio, grinta costante e concretezza.

26 commenti su “Riflessioni imprenditoriali…

  1. Essere imprenditore vuol dire sì avere la libertà di gestirti come vuoi, ma anche lavorare spesso molto più di altri ed avere, quindi, molto meno tempo da gestire come vuoi…

  2. Essere imprenditori al giorno d’oggi sinceramente non è molto semplice soprattutto con quello che sta accadendo in quest’ultimo periodo Speriamo bene a proposito che si risolva tutto nel migliore dei modi

  3. L’imprenditorialità oggi non è una cosa facile, ma alla fine non lo è mai stata. Si tratta di rischiare quasi il tutto per tutto e in tanti non sono disposti a farlo, neanche per vedere i propri sogni realizzarsi. Devi avere soldi da parte, un grandissimo sogno come obiettivo finale e devi crederci con tutte le tue forze. Cadi e cadi mille volte e ogni volta devi imparare a rialzarti più forte perché di certezze non ce ne sono se non le tue forze e la tua volontà. Ma solo osando e credendo veramente in quello che fai, potrai davvero realizzare il tuo sogno. Io, in piccolo, posso ritenermi imprenditrice di me stessa. E dopo tante cadute, tante porte in faccia, tante lacrime versate e soldi buttati al vento, ce la sto facendo. Ho trovato qualcuno che sta credendo in me e mi sta dando fiducia. M ail viaggio è ancora lungo.

  4. Sono assolutamente d’accordo con te. Non è per niente facile e la cosa che mi fa arrabbiare e’ che lo stato non solo non ti aiuta, vista la quantità di tasse che paghiamo, ma fa di tutto per ostacolarti. Una burocrazia spaventosa ai limiti del ridicolo e un groviglio di leggi e leggine che bloccano le iniziative.

  5. Non è semplice essere imprenditori. Oltre ad una grande carica e volontà è necessario un grande spirito di sacrificio e di abnegazione.
    Bisogna impegnarsi ogni giorno ma poi le soddisfazioni arrivano.
    Maria Domenica

  6. “Essere imprenditore non è da tutti e per tutti poiché richiede coraggio, grinta costante e concretezza”: non posso essere più d’accordo!!! Essere imprenditore vuol dire ricoprirsi in prima persona di tante responsabilità ed è un ruolo tutt’altro che facile! Tanto di capello a tutti gli imprenditori, soprattutto in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo ora!

  7. in questo momento non c’è niente più difficile dell’ essere imprenditori.
    E’ un periodo nero per il commercio.
    speriamo bene

  8. Essere imprenditori non è mai facile. Al giorno d’oggi bisogna sapersi reinventare e proporre qualcosa di inedito e fresco. Non è una passeggiata, ma si possono avere grosse soddisfazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto