Una moda che cambia, Tommy Hilfiger Adaptive

Una moda che cambia, Tommy Hilfiger Adaptive

“Scegliere i vestiti dovrebbe essere una gioia, non un impegno. Ognuno deve sentirsi bene nei propri abiti ed essere indipendente nell’indossarli”.

Una frase che fa riflettere. Un’affermazione importante. Questa espressione si connota come uno degli elementi in forza del quale nasce e si sviluppa Tommy Hilfiger Adaptive, la linea del noto brand americano che si connota per un’anima più inclusiva e cool.

Oggi la moda sta attuando un importante percorso di adattamento e di revisione verso forme e soluzioni che siano adatte anche alle persona con disabilità fisica o mentale.

La storia di Tommy Hilfiger Adaptive ha avuto inizio quando con la presa consapevolezza di come per un ragazzo, con la distrofia muscolare riuscire a indossare i jeans per andare a scuola potesse essere una sfida. Probabilmente non ci abbiamo mai pensato a quanto la chiusura di una zip e di un bottone possano essere complessi per coloro che sono affetti da questa disabilità. Da questa presa di coscienza ha iniziato a prendere vita la linea di abbigliamento di Tommy Hilfiger pensata per facilitare adulti e bambini con disabilità nel vestirsi.

Dati questi presupposti è dal 2017  che l’iconica maison americana ha dato vita ad una linea per donna, uomo e bambino che tiene conto delle necessità delle persone disabili.

Se fino a pochissimo tempo fa la moda, soprattutto quella più cool tendeva ad emarginare coloro che hanno protesi, chi usa la sedia a rotelle, chi impiega ausili per ovviare ad esigenze specifiche oggi non è più così.

Si evidenzia come l’adaptive fashion, ovvero quel segmento pensato per le persone con disabilità, stia acquisendo una “voce crescente” ponendosi con l’ambizioso obiettivo di  colmare questa lacuna e a fare una differenza positiva.

Questa si connota anche come una sfida per i brand che hanno dovuto sperimentare molto facendo una serie di prove e commettendo errori in quanto l’esperienza del mercato è ancora oggi minima.

10 commenti su “Una moda che cambia, Tommy Hilfiger Adaptive

  1. Sentirmi bene, a mio agio e comoda è la base per me per scegliere un nuovo capo di abbigliamento. E Tommy Hilfiger mi piace molto come brand perché rispecchia tutte e tre i miei valori base. In più amo il fatto che sia un brand capace di stare al passo coi tempi e sa adattarsi bene alle generazioni e ai diversi stili. E non solo, come hai mostrato nell’articolo. Mi piace davvero moltissimo che stia portando avanti questa campagna anche di inclusione. Sono sfide, come hai scritto giustamente tu, ma mi sembra che il brand sia sulla buona strada per portare a casa una nuova vittoria.

  2. Mi piace che finalmente ci sia un cambiamento nella moda e che si passi a realizzare dei capi comodi e che facciano sentire a proprio agio.

  3. Sono d’accordo con ciòc che hai scrittto specialmente che negli abiti ci si deve stare comodi e questo brand è uno di quelli che preferisco di piu’

  4. Non ero al corrente di questa nuova linea di Hilfiger per le persone con disabilità. Davvero un passo avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto