Monica, un fuoco di passione

Monica, un fuoco di passione

 

Monica, una storia di cambiamento, di sviluppo e di revisione.

Una donna che per passione ha scelto di cambiare radicalmente la propria vita arricchendola con la sua passione, la creazione di gioielli artigianali.

Prodotti unici, fatti a mano e studiati nei minimi dettagli adatti a tutte le donne che desiderano stupire e stupirsi.

Monica Fini, cinquantanovenne, è nata e vive nella meravigliosa Puglia. Oggi lei risiedere a San Giovanni Rotondo (FG) dopo aver vissuto e studiato a Bari fino a 18 anni.

La creativa si è diplomata al liceo classico per poi iniziare immediatamente ad operare come funzionaria in una Azienda Sanitaria. Oggi è sposata e ha un figlio di trentatré anni che vive e lavora a Barcellona.

Lei è una donna estremamente sensibile che ama leggere, cucinare dolci, coltivare fiori e tra questi predilige le Peonie.

Monica è anche appassionata di viaggi, le piace ascoltare la musica [preferisce i cantautori italiani e soprattutto Ligabue che ha seguito in diversi concerti], è attratta dal cinema italiano con una vera inclinazione per Ferzan Ozpetek.

Tra le altre sue grandi passioni emerge il tango argentino al punto che uno dei suoi sogni più “ambiziosi” è “vedersi ballare” sulle note di “Por una cabeza” di Gardel con Al Pacino come nel film Profumo di donna, uno dei miei film preferiti.

Anche l’arte è una delle passioni della donna che apprezza molto gli impressionisti con particolare riferimento a Monet. Per quanto concerne la moda è molto attratta da Dolce e Gabbana.

Un’altra mia grande dedizione di Monica è camminare lungo i sentieri del mondo zaino in spalla. Guidata da questo interesse ha percorso diversi Cammini anche di più giorni e, spera, un giorno di poter percorrere il Cammino di Santiago. Un percorso che ambisce a seguire senza nessuna motivazione religiosa senonché la consapevolezza che il Cammino racchiude la metafora della vita: se si vuole fare molta strada con lo zaino in spalla bisogna imparare ad essere essenziali, si deve partire leggeri. Monica afferma “Come nelle tappe della vita, in un Cammino ci sono momenti di difficoltà, c’è il sole, la pioggia, le vesciche ai piedi, le gambe dolenti ma bisogna tener duro e dopo le difficoltà arriva sempre il sereno e passo dopo passo ma sempre con il proprio ritmo si arriva alla meta…”.

Conosciamo insieme Monica e la sua attività…

Come è nata la tua passione per la moda e per la creatività? Se devo essere sincera sono sempre stata molto attenta al mondo della moda, mi sono così documentata su riviste specializzate e anche prestato una particolare attenzione e dedizione per gli accessori. Questo mi ha portato a voler conoscere direttamente questo ambito e così, nei ritagli di tempo, ho sempre amato “sferruzzare” per riuscire a realizzare maglioni, coperte, decorazioni per la casa. Questo gesto, questa pratica, lo ritenevo e lo ritengo, assieme alla lettura, un ottimo passatempo rilassante. Un’attività che fa “bene all’anima”.

Raccontaci l’inizio della tua carriera come fashion designer… Se devo essere sincera il tutto è iniziato quasi per caso. In particolare, sono stata spinta da varie amiche che avevano visto delle collane realizzate per me e, successivamente, per fare dei regali personalizzati. Ho così iniziato a vedere che le mie creazioni riscontravano consensi ed ho pensato seriamente di poterne realizzare altri per la vendita.

Come mai hai deciso di focalizzarti sulla realizzazione di gioielli? La decisione è nata in modo naturale. Deriva dal fatto che sono sempre stata un’appassionata di bigiotteria, molto attenta ai particolari, all’abbinamento dei colori e dei materiali.È proprio per questo motivo che mi piace dare ad ogni vestito un tocco originale… curato e credo di non essere la sola. Nello specifico identifico la mia “Donna Immagine” come una persona attenta ai dettagli.

Cosa vuoi comunicare tramite le tue creazioni? Desidero mostrare e comunicare il mio amore per i colori e per i dettegli. In particolare, vorrei riuscire a trasmettere il messaggio del “fatto a mano” come ricercatezza ed unicità.

Parlaci della scelta dei materiali… Per le mie creazioni uso filati gioiello, nonché tutti quei fili che si contraddistinguono per il fatto che hanno uno spessore molto sottile. Questi filati, una volta lavorati ad uncinetto, offrono forme tali da essere simili all’oro giallo o bianco ma anche rosa. Alterno ai filati perline, pietre, strass, perle, cristalli Swarovski nei vari calibri a seconda delle creazioni. In questa linea alterno anche filati colorati sempre dello stesso spessore. Uso anche filati più “grossi”, ovvero doppi che impiego, soprattutto, per creare delle collane che possono fungere anche da sciarpa o foulard. Da non dimenticare le micropaillettes che impiego per dare più luce ad ogni singolo pezzo. Nella scelta dei materiali pongo molta attenzione alla leggerezza (intesa come peso). È proprio per questo motivo che molte donne che acquistano le mie creazioni sono soddisfatte per questo motivo. Altra caratteristica delle mie collane è che sono, nella stragrande maggioranza, prive di chiusure e, quindi, anallergiche.

Quali sono le principali sfide e difficoltà che una designer come te deve affrontare quotidianamente? Sicuramente per me la difficoltà maggiore è stata quella di riuscire a comunicare il messaggio che il “fatto a mano” è [e deve connotarsi] come indice di ricercatezza, originalità ed esclusività. Una visione che, molte volte, in un contesto come il mio territorio non è molto apprezzato. La mia sfida è quella di riuscire ad entrare in mercati più inclini ad apprezzare i miei gioielli.

A quale target di clientela ti rivolgi? Mi rivolgo principalmente a due fasce di clientela. Da una parte la donna che ama i dettagli importanti e che ritiene l’acquisto di accessori essenziale per completare il proprio look e – dall’altra – la ragazza che ama il colore e il gioiello easy.

Progetti per il futuro? Per il futuro ho in programma la ridefinizione delle pagine Facebook ed Instagram per ampliare la platea dei possibili acquirenti. Sto progettando anche delle linee diverse di accessori.

Attualmente dove possiamo trovarti o acquistare le tue creazioni? Ad oggi le mie creazioni si possono acquistare presso alcuni punti vendita locali e sulle pagine social di Facebook e Instagram.

19 commenti su “Monica, un fuoco di passione

  1. Monica è proprio un fuoco di passione, arte, colori, armonia e fantasia; ha una carica interiore è vitalità che te la trasmette in tutte le sfaccettature.. GRANDE!!!

  2. Donna combattiva ma allo stesso tempo di grande sensibilità, una vera forza della natura.
    Queste sue creazioni sono la prova della sua intelligenza e del suo animo sensibile. Quando penso a Monica mi viene alla mente l’araba Fenice, infatti, lei ha capacità e volontà ineguagliabili e risorge sempre anche dopo prove quasi impossibili.
    Brava!!!!😗

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto