Nata sotto una grande luna, Paola

Nata sotto una grande luna, Paola

Paola, classe 1970, nata a fine di giugno, sotto il segno del cancro, sotto una grande luna e di fronte al mare, nella Penisola Sorrentina è una jewelery designer.

Ha la passione per la creatività e il design, l’arte, la natura unitamente al mare rappresentano – da sempre –

il grande motore della sua ispirazione.

Paola ha prima frequentato l’Istituto d’Arte di Sorrento e ha poi approfondito la sua formazione presso l’Istituto Europeo Del Design (IED) di Roma. Terminati i corsi è diventata una designer di gioielli e al contempo un’orafa.

Oggi, dopo anni di collaborazioni come designer di gioielli per varie aziende orafe italiane, è titolare del suo brand artigianale – PAOLA DE ANGELIS DESIGN – che ha fondato nel 2000.

La sua è una piccola impresa orafa indipendente, un LabShowroom, dove lei ancora oggi, a vent’anni da allora, realizza in autoproduzione collezioni di gioielli in oro, argento e pietre preziose.

Paola crede fortemente nel valore del made in Italy e nel suo artigianato di qualità oltre che nel potenziale che deriva dalla collaborazione tra artigiani e nella capacità di creare spazi e progetti comuni di lavoro volti al supporto e alla promozione reciproca.

Da qualche anno, oltre ai suoi gioielli, nelle vetrine del suo LabShowroom ospita in rivendita le produzioni di designer artigiani italiani definendo in una sorta di concept store del gioiello e dell’accessorio d’autore.

Conosciamo meglio Paola

Come è nata la tua passione per la creatività e per la moda? Ho capito molto presto che sarei stata un’artigiana. Avevo appena sei anni ed i miei occhi affascinati seguivano le mani di mia nonna che svolgeva ricami e lavori all’uncinetto, quelle di mia madre che lavorava alla macchina da cucire, quelle dei pescatori che la domenica mattina, durante le uscite con il mio papà, tessevano reti sul molo della marina di Piano di Sorrento. Ho trascorso l’infanzia tra giochi di perline, sassi, conchiglie, colori e collane di pasta.

Provando e ritessendo, infilando e inanellando, le mie creazioni ho creato la mia professione. Le mie opere da un semplice gioco sono diventate più precise, più reali.

Ogni elemento naturale trovato sulla spiaggia o sui sentieri nelle mie passeggiate diventava il motivo centrale delle mie creazioni e dei miei ricordi.

Raccontaci quando hai iniziato ad approcciarti al mondo della gioielleria… Volevo fare l’orafa, l’ho scelto quando i miei coetanei sognavano di fare l’astronauta, il dottore, il pompiere, la parrucchiera.  Avevo dieci anni, le mani in movimento e le idee già molto chiare. L’Istituto D’Arte sezione Metalli ed Oreficeria ha poi segnato e scandito la mia adolescenza. Ho conseguito il titolo di maestro d’arte e, dopo, il diploma di maturità in arte applicata. Guidata dal desiderio di approfondire sono partita per Roma e ho frequentato per quattro bellissimi anni il corso di Design del Gioiello allo IED (Istituto Europeo del Design).  La passione per il design e per il gioiello è cresciuta e si è specializzata con le prime esperienze di lavoro: la bellezza e l’entusiasmo di mettere creatività e passione al servizio di molte aziende orafe si sono trasformati in esperienza, professionalità e meravigliosi incontri. Non ho mai smesso di imparare; ho avuto grandi maestri e rapporti umani e professionali ricchi ed indimenticabili.

Lavorare per altri è un’esperienza importante e formativa, richiede empatia e capacità di bilanciare te stessa  – la tua ispirazione e la tua creatività – con le esigenze del cliente.  Bisogna saper cogliere la sua visione, farla propria e trasporre questo delicato equilibro nelle collezioni che crei. S’instaura un gioco di fiducia ed entusiasmo reciproco, senza perdere di vista che quelle collezioni, pur progettate da te, non saranno mai tue fino in fondo. E così, mossa da un desiderio di libertà ed autonomia creativa, aiutata e finanziata da un progetto nazionale per l’Imprenditoria giovanile, nel 2000 il grande passo: nasce la Paola De Angelis Design, un’impresa artigiana, un laboratorio orafo con annesso showroom di vendita al pubblico. Lo spazio ideale per esprimere pienamente me stessa.
 

Che tipo di prodotti realizzi? Produco e realizzo gioielli in Argento 925, Oro 9 e 18 Kt con pietre preziose e non. Amo il corallo, una passione che mi porto dietro dagli anni trascorsi a Torre del Greco dove ho lavorato come designer della Rajola, azienda alla quale devo molta della mia professionalità. Ho imparato l’arte tradizionale della tessitura e del “tessito”, che ancora oggi torna nelle mie collezioni, affiancata alla realizzazione di gioielli in cera persa. Le mie collezioni sono fatte a mano. Curo personalmente il design, la creazione dei modelli e la realizzazione dei gioielli.

Quali sono le emozioni che provi quando crei? Tante.  Dal pensiero all’azione non sempre il passo è breve.  Annoto impressioni, spunti, forme naturali, parole, durante un viaggio, una lettura, una passeggiata, una mostra, un concerto in quanto so che – prima o poi – riemergeranno e prenderanno forma, diventando anelli, orecchini, bracciali e collane.  Disegno sempre prima le collezioni che ho in mente e poi mi dedico ai modelli, realizzandoli in cera o, se occorre, direttamente in metallo. Creare un gioiello è meraviglioso tanto quanto vedere le proprie mani acquisire sapienza e precisione nel lavoro. Il motore più autentico resta a passione, quella stessa con cui giocavo da bambina.

Qual è la tua principale fonte di ispirazione nella realizzazione dei tuoi prodotti? La natura è sempre presente, anche nelle soluzioni più stilizzate e geometriche così come il mare ed i colori della mia terra, la Penisola Sorrentina.

PdADesign ANW_0223

Chi sceglie i tuoi prodotti? Coloro che amano le forme pulite ed essenziali, il design, i materiali naturali e di qualità. Chi predilige il gioiello prezioso, chi apprezza il lavoro dell’artigiano e il suo valore.

Quali sono le principali sfide e difficoltà che un artigiano come te deve affrontare quotidianamente? In ventisei anni di lavoro le sfide sono state tante ed anche le difficoltà non sono mancate. Questo mi ha resa più forte e consapevole che dalla crisi nasce l’opportunità, sta a noi ed alla nostra creatività saper trovare le soluzioni giuste. L’artigiano oggi affronta difficoltà per finanziare il proprio lavoro. Nel cassetto restano fermi troppo spesso progetti e collezioni, in attesa di risorse da poter investire in nuove sperimentazioni e produzioni. La crisi economica degli ultimi anni lascia oggi il passo al Covid-19: bisogna rimboccarsi nuovamente le maniche, trovare nuove direzioni e prospettive. Solo la passione e la consapevolezza di essere depositari di tecnica e bellezza fanno sì che l’artigiano – caparbiamente – insista e resista.

PdADesign ANW_0402

A quale target di clientela ti rivolgi? Ho la fortuna di vivere e lavorare in un territorio ad altissima vocazione turistica e di confrontarmi con clienti italiani e stranieri, accomunati dalla ricerca e dall’attenzione al made in Italy, al lavoro fatto a mano, al gioiello prezioso non convenzionale.

Progetti per il futuro? Già da qualche anno PdA Design Jewellery Collection è un marchio registrato e caratterizza, insieme al marchio di fabbrica <979Na>, le mie creazioni. Sto lavorando alla realizzazione di un sito internet e di uno spazio di vendita on-line. Spero che questo potrà far conoscere il mio lavoro, creare nuove occasioni di incontro, allargare il mio mercato ed aprirmi a nuove possibilità di collaborazione con chi sarà interessato, magari, a proporre i miei gioielli alla sua clientela.

Attualmente dove possiamo trovarti e acquistare le tue creazioni? Vi aspetto in Penisola Sorrentina, nel mio LabShowroom di via Cappuccini 17, a Sant’Agnello (Na), sono anche presente online su Instagram: @paoladeangelis.design e su Facebook:  www.facebok.com/PaolaDeAngelisDesign per il mio marchio di gioielli, www.facebook.com/PaolaDeAngelisDesignLabShowroom.

10 commenti su “Nata sotto una grande luna, Paola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto