Il mio DUECENTOGRAMMI

Sardegna. Sassari. In una delle terre più affascinanti e rinomate d’Italia scopriamo lei, Chiara, trentaseienne, e il suo brand Duecento Grammi.

Un progetto dal nome apparentemente insolito, ma che trova piena concretizzazione nella sua forma e, soprattutto, all’interno del materiale che lei crea, plasma e utilizza per la realizzazione dei suoi prodotti.

La passione per la moda, o meglio l’amore per lo stile della designer nasce dalla sua forte ed evidente volontà di rendere ogni outfit originale in modo che le persone possano ottenere uno stile unico, privo di etichette. I gioielli di Chiara, tutti pezzi unici, nascono   proprio per questo: fare sentire uniche e originali coloro che li indossano, mettendo in risalto il loro carattere e la loro personalità.

La designer riconosce di aver iniziato ad avere questa forte attenzione verso lo stile fin da quando era ancora una bambina in quanto le piaceva valorizzarsi in modo da portersi – in qualche modo – “distinguersi” dagli altri.

Col tempo e con l’esperienza Chiara ha sviluppato e percepito l’effettiva esigenza, in termini artistici, si delineare un vero e stile “suo”, che fosse in grado di renderla distinguibile dagli altri. Con il suo brand, la stilista, parte dal suo bisogno personale, lo indaga e sviluppa un’offerta di gioielli ed accessori che non ambiscono a diventare beni “moda”, ma elementi che siano in grado di far emergere e valorizzare la personalità di chiunque li indossi. Tutti i gioielli di Chiara sono pezzi unici, ognuno è il risultato di una sua lavorazione che lo rende la sola copia di sè stesso… ogni accessorio Duecento Grammi è unico e si caratterizza per una sua vita, per una sua storia ed un proprio percorso d’ideazione e di concretizzazione/realizzazione.

FB_IMG_1531916728555

Parlandoci del suo percorso Chiara evidenzia il suo desiderio di investire molto e continuamente, nella ricerca di forme e materiali al fine di delineare nuove soluzioni. L’originalità è il suo vero obiettivo e mantra. L’artista sente, infatti, dentro di sé la vera, e propria esigenza di ricercare, di provare, per sviluppare qualcosa di nuovo che sia in grado di far emergere l'”io” interiore di chi lo indossa.

L’originalità, secondo Chiara non nasce necessariamente da qualcosa di particolarmente complesso, ma può scaturire anche dalla semplicità, che si fonde con la particolarità del materiale usato o dalla combinazione di materiale o colori.

In un primo momento del suo percorso artistico la designer si è concentrata sullo sviluppo di una linea volta alla combinazione di materiali “finiti” diversi e quindi la sua azione si basava soprattutto sull’assemblaggio. Successivamente Chiara ha visto una trasformazione. L’esigenza di assemblare svariati materiali si è trasformata, col tempo, con quella di realizzare appieno il prodotto, non solo di comporlo. Sulla base di questa necessità la giovane, nel periodo in cui ha vissuto a Siviglia, ha iniziato o meglio ripreso (lo usava quando era bambina) le paste sintetiche.

FB_IMG_1531917002243

Chiara ha, quindi,  iniziato la sua attività un po’ per gioco, facendo regali alle amiche, poi è passata ai mercatini finché il successo riscosso non l’ha portata a renderla una vera professione.

Forma&Sostanza.Attraverso continue sperimentazioni, giochi con forme e colori, il brand Duecentogrammi ha acquisito un fil rouge, uno stile riconoscibile e inconfondibile, coerente con il percorso evolutivo della sua creatrice. L’unicità dei pezzi realizzati, ognuno con le sue peculiarità e dettagli, rende ogni gioiello una vera e propria opera d’arte, sculture a porter, versatile e innovativa.

Colori&Suggestioni.L’armoniosa danza dei colori, riporta ai giochi cromatici della Sardegna, isola, grembo, casa, bacino di tradizione in un versatile percorso di rottura degli schemi. Attraverso le sue opere, Duecentogrammi rievoca le suggestioni e la vivacità caratteriale dell’Isola, rispecchia la forza e la grinta del suo popolo, con quella leggerezza che il colore e il gioco delle forme sa dare. Rievoca una tradizione che è presente, ispira un futuro che è visionario e affonda le sue radici nella perfetta commistione tra pop e innovazione.

Philosophy Duecentrogrammi.Un gioiello Duecentogrammi non è una collana, non è un bracciale, un anello o un polsino: è una creatura vivente ideata perché chi lo indossa possa sentirla sua, indossandola a 360°, modulandola a seconda del proprio estro. È una storia, è un’emozione, è un frame. E in quanto tale è unica e irripetibile.

Partecipazioni.Il brand Duecentogrammi ha partecipato a diverse sfilate ed eventi del settore. I gioielli di Chiara hanno sfilato alla Italian Art Fest di Londra, per due edizioni ha curato l’accessoriamento dell’evento “Mare d’amare” organizzato dalla Elevent (Agenzia Bini-Denegri) e due edizioni di “Immagine Italia” a Firenze. Invitata a prestigiosi eventi, è stato selezionato  per la pubblicazione all’interno del volume “Il gioiello contemporaneo” edito da Artistar. Partecipa a diverse fiere di settore e attualmente espone anche oltremare a Siviglia, in Spagna.

19 commenti su “Il mio DUECENTOGRAMMI

  1. già il nome del brand è particolare e incuriosisce, poi i gioielli a me piacciono tantissimo, molto estivi e colorati!

  2. Il nome di questo brand è davvero molto particolare ed originale, mi piacciono moltissimo queste creazioni, soprattutto quelle colorate, adoro i colori nei bijoux mi danno energia e allegria , complimenti tutto molto bello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto