La moda è nel mio DNA, Luca

La moda è nel mio DNA, Luca

Toscana. La terra per eccellenza dell’italianità e dell’arte del nostro paese. Qui i giovani talentuosi che crescono respirando la bellezza, il saper fare propriamente italiano e l’artigianato sono molti… tra di loro conosciamo Luca che ha deciso di fare della moda la sua vita, la sua professione.

Per Luca Turelli la dedizione per questo mondo è qualcosa di innato, unico, veniale, quasi inspiegabile. La passione per la moda e per la manualità ha accompagnato il giovane da sempre, da quando era bambino e si è approcciato a questo “saper fare” osservano le abili mani della nonna sarta.

Scopriamo insieme Luca e la sua passione, il suo amore per il fashion system…

Com’è nata la tua passione per la moda? Probabilmente, è qualcosa che fa parte del mio DNA. Mia nonna era sarta, è stata lei che mi ha trasmesso questa grande passione. Purtroppo, io, però, mi sono reso conto di questo interesse quando lei è scomparsa, ma sono sicuro che sia stata lei la persona che mi ha trasmesso la sensibilità e la dedizione verso questo mondo. Ho iniziato a coltivare concretamente questa passione da poco, da circa un anno, quando ho iniziato a frequentare un corso di specializzazione di taglio e cucito. Se devo essere sincere, sino a poco tempo fa non avrei mai pensato che questo mondo mi avrebbe potuto attrarre così tanto. Ho iniziato a creare abiti per il carnevale di Venezia dal 2000, in collaborazione con la mia fidanzata. Quando ho cominciato prendevo dei cartamodelli già definiti, quelli che reperivo sui giornali come Burda… in questo modo ho iniziato a lavorare la stoffa e a creare.

 

Raccontaci l’inizio della tua carriera… A dire il vero, non mi reputo così famoso da poter raccontare qualcosa che possa connotarsi come vera e propria carriera. Scerzi a parte, a Settembre 2018 ho iniziato il primo livello di taglio e cucito alla scuola Trimoda di S.Frediano. Ammetto che sono molto soddisfatto perché nonostante sia ancora alle prime armi ho avuto l’opportunità di partecipare a diverse sfilate e concorsi.

Photo Andrea Vadacca

Che emozioni provi quando crei? Una sensazione incredibile. Credo che sia quasi inspiegabile quello che provo ogni volta che vedo concretizzarsi quanto mi ero immaginato. Stringere in mano il proprio obiettivo e disegno creativo dona grandi soddisfazioni.

Che emozioni provi quando vedi un tuo abito indossato da una cliente?Se la cliente è soddisfatta lo sono anch’io. Sicuramente non è facile accontentare tutti i potenziali ed effettivi clienti, ma nonostante questo cerco sempre di venire incontro alle loro esigenze e hai loro bisogni. Trovo molto gratificante, poter guardare un cliente a proprio agio con un capo fatto su misura.

Collezione klimt foto Andrea vadacca.1

A chi/cosa ti ispiri per la realizzazione dei tuoi capi? Non m’ispiro a nessuno in particolare, sono molto impulsivo… Mi spiego: se vedo una stoffa che mi attrae, la prendo e con il tempo so che sarà la base di una mia creazione! Cerco sempre di realizzare abiti attraverso l’uso di stoffe un po’ particolari. Per esempio, quest’anno ho creato due capi e mi sono ispirato al grande artista Gustav Klimt.

 

Quali sono le principali sfide e difficoltà che uno stilista emergente come te, che lavora in modo artigianale, deve affrontare quotidianamente? Premetto, essendo uno “stilista” emergente…mi imbatto in molte difficoltà naturalmente oltre che in moltissimi dubbi… Oggi la mia sfida più grande riuscire a creare cartamodelli e abiti di alta moda oltre che abiti “storici” … Nonostante siano due elementi ed ambiti completamente diversi sono affascinato da entrambi. Il carnevale mi incuriosisce molto perché sono “cresciuto” nel mondo carnevalesco Veneziano ed è proprio per questo motivo che mi piacerebbe poter realizzare qualcosa per lo spettacolo e per il teatro, per i Musical.

Foto Claudio Tedeschi

Essendo completamente realizzati a mano ogni tua opera è unica ed ha una propria storia… a quale dei tuoi prodotti sei più legato? Sono molto affezionato a tutti gli abiti che ho introdotto per le sfilate e per i concorsi. Quello a cui sono particolarmente legato è il tubino dorato con le maniche di Chiffon, ispirandomi al bacio di Klimt. Con questo abito ho voluto omaggiare l’amore, in tutte le sue forme…

Collezione Urban Safari

Attualmente dove possiamo trovarti e acquistare le tue creazioni? Abito a Livorno e mi potete trovare qui oltre che sui social: Facebook (Luca Turelli –  Luca Turelli Creations) – Instagram (@LukaTurelli) – email (candle17@hotmail.com).

Logo

6 commenti su “La moda è nel mio DNA, Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto