La ripresa della moda italiana

La ripresa della moda italiana

La moda italiana sta conoscendo un periodo di concreta ripresa. Oggi sta ancora vivendo un importante recupero dopo la netta ripresa delineatasi nel 2021 quando i grandi brand hanno registrato risultati oltre le attese. Secondo le previsioni per 2022, il mercato raggiungerà 78 miliardi di euro, mentre si arriverà a 81,3 miliardi nel 2023, andando oltre i livelli pre-pandemia. Questi sono i dati che emergono  dall’analisi presentata in occasione di Pitti Uomo dall’Ufficio studi PwC Italia insieme alla Fondazione Edison.

 

Secondo Marco Fortis, direttore della Fondazione Edison: “Le 4A del made in Italy, di cui l’abbigliamento-moda italiano è un caposaldo, sono un motore dell’economia italiana. Il comparto ha accusato la dura crisi dettata dalla pandemia covid-19, che ha coinvolto tutti i settori produttivi, ma il tessuto imprenditoriale ha resistito tenacemente e ha dimostrato buone capacità di ripresa. Nonostante le criticità, il contributo del settore al PIL italiano, all’occupazione manifatturiera e al surplus commerciale è strutturalmente solido e vitale per consolidare la ripresa, anche tramite le attività produttive dell’indotto”.

 

Nel dettaglio, l’analisi mostra come il mercato della moda a livello globale, in particolare il comparto fashion & luxury, si sia stato molto resiliente nel 2021. I consumi di personal luxury goods sono cresciuti del 29% nel 2021, segnando un +1% sul 2019, a significare come per questo comparto ci sia stata una veloce ripresa.

Per quanto concerne l’Italia, emerge che la prima metà del 2021 ha visto un’importante crescita nel fatturato delle aziende moda. Dopo un primo trimestre 2021 con un fatturato in linea con quello dello stesso periodo del 2020 (-0,3%), nel secondo trimestre 2021 l’industria della moda italiana ha segnato un forte rimbalzo, pari al 63,9%, sul secondo trimestre 2020. Una spinta che ha portato la crescita complessiva del primo semestre 2021 a +24%, recuperando buona parte della caduta del 2020, ma che non è stata sufficiente a raggiungere i livelli del secondo trimestre 2019 (-15%).

Le previsioni dell’Ufficio Studi PwC Italia stimano che il fatturato delle imprese della moda italiana nel 2022 raggiungerà un valore di 78 miliardi di euro, superando solo nel 2023 i livelli pre-pandemia con un fatturato stimato di 81,3 miliardi di euro.

2 commenti su “La ripresa della moda italiana

  1. Ho letto con molto interesse il tuo articolo…. La moda italiana penso che sarà sempre il top nel mondo… Ultimamente sono stata all’estero….in un paese particolare e posso dirti che anche lì nei grandi Mall ci sono tantissimi negozi dei più grandi stilisti italiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto