La Tilde, la nostra bambina, Laura e Daniela

Laura e Daniela, sorelle, amiche, ecco le due anime alla base del brand di pelletteria La Tilde.
Laura, quarantacinque anni, mamma e fashion designer.
Eccola, è lei – insieme a sua sorella Daniela- la creatrice e ideatrice del brand di pelletteria La Tilde.
La Tilde è un progetto di famiglia, basato sulla condivisione e sull’unione di competenze e capacità tra di loro differenti, quello di Laura che è l’anima creativa e quella di sua sorella che, invece, è maggiormente orientata agli aspetti più economici in quanto ne è la parte commerciale.
IMG_7827
A raccontarci la storia di questo brand Made in Italy è la designer, Laura che, sebbene non ami parlare di sé, pone nel disegno e nello sviluppo e nella definizione del brand tutta la sua grinta, personalità e passione… diciamolo, se Laura non ama esprimersi a parole le sue creazioni – di controverso – spiccano ed esaltano la designer.

Conosciamo insieme Laura e la sua La Tilde…

Laura, come è nata la tua passione per la moda?  Raccontaci la nascita di La Tilde… cosa ha spinto te – insieme a tua sorella – ad entrare in questo mondo?“Credo da sempre e proprio per questo ho frequentato una scuola professionale ad indirizzo moda. Sono sempre stata attratta da questo mondo e, in particolare, dal magico mondo degli accessori. Sulla base della mia formazione e della mia passione ho iniziato a disegnare borse, ispirandomi al contesto del vintage… Una confessione?! Con la grande disapprovazione di mio marito soffro di attacchi di shopping compulsivo di scarpe! “

copertina retro

Chi sceglie La Tilde? “Le nostre borse sono sostanzialmente di nicchia in quanto si fondano su un messaggio preciso e si caratterizzano per grande personalità. Ovviamente chi le indossa non può peccare di tale caratteristica. Le borse e gli accessori LaTilde non sono, quindi, pensati e destinati ad un pubblico ampio, ma sono pensate, volute ed ideate per quelle donne che amano un prodotto con il richiamo al vintage, di qualità e – in qualche modo – particolare. Inoltre, direi, che sebbene queste borse non siano “per tutti”, la maggior parte delle persone che acquistano una Tilde se ne innamora…”

Parlaci del naming del brand…ha un significato preciso? Quale? “La Tilde, deriva dal nome Matilde. Un nome che io, Laura, amo particolare e che rappresenta il nome che avrei dato a mia figlia. Oggi ho tre maschi. Nessuna figlia femmina. Non ho comunque rinunciato al nome e così ho chiamato le mie figlie borse…”

_Z4A4005

Parlateci della vostra ispirazione… “Tutte le nostre borse si ispirano alle classiche cartelle della scuola, quelle da lavoro, quelle borse da sella o comunque a tutti quei modelli che tendono ad essere vintage e che ti riportano al passato.”

pag.1

Quali sono le principali sfide e difficoltà che affrontate quotidianamente? “Oserei dire tanti. Ogni giorno è una vera e propria sfida, una sfida nello svolgere una serie di attività… una sorta di sfida del “fare tutto” poiché ti ritrovi a dover (insieme) lavorare, gestire i figli, organizzare fiere e viaggi di ricerca… Se devo essere sincera credo che però la vera e grande sfida sia quella con la concorrenza e in particolare con quell’insieme di borse che sono fatte produrre all’estero con prezzi a prezzi minori di materiale e manodopera e che, quindi, sono veicolare sul mercato a prezzi più bassi. Le borse La Tilde, le nostre borse sono di fascia medio alta perchè è nel nostro caso è davvero tutto Made in Italy dal disegno, ideazione al materiale e alla produzione.”

IMG_8282

Attualmente dove possiamo trovarvi e acquistare le vostre creazioni? “Oggi è possibile visionare e comperare le nostre borse sul nostro sito www.latilde.it. Alcuni modelli li potrete trovare anche in negozi selezionati (dal sito, alla voce negozi, potete trovare la lista dei nostri rivenditori). Inoltre, le nostre La Tilde le vedete anche sui canali social Instagram e Facebook!”

logogrande

47 commenti su “La Tilde, la nostra bambina, Laura e Daniela

  1. Interessante l’origine del naming Tilde e soprattutto tanto fascino per queste borse pensate per molte ma non per tutte 😉 Complimenti !

  2. dire originale è dire poco penso che se il Dottor Who avesse avuto una borsa così sarebbe stata tutta un’altra cosa

  3. Bello sapere che due membri della famiglia lavorino bene insieme, le creazioni sono davvero meravigliose, adoro queste borse… ne voglio una per Natale!!!

  4. nooo ma sono stupende veramente complimenti un design davvero unico per queste borse vintage dal tocco unico per donne uniche

  5. Le borse sono semplicemente stupende. Mi sono innamorata della workbag nera con il telefono sul lato in basso. Mi piacerebbe sapere quanto costa (sono andata sul sito sperando che si potesse acquistare direttamente ma non ho trovato l’ecommerce). Potrebbe essere un regalo perfetto per Natale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto