Lo stile, una passione, una eredità. Pietro

Dall’Italia all’Inghilterra. Da un paese della provincia di Bergamo a Londra.

Questa è la storia di Pietro Lessi e di come è riuscito a concretizzare e a rendere tangibile una passione, un’ambizione nata in lui durante l’adolescenza, guidata da sua nonna.

Pietro ha un vero amore per la moda o, meglio, per lo stile e per l’eleganza. Lui stesso ha conosciuto questo “mondo” in un modo graduale, sulla base delle indicazioni di una guida per lui fondamentale, la nonna che quando era giovane l’ha accompagnato, passo per passo, nella definizione e nella scoperta del suo personale stile e nella comprensione del senso dell’eleganza.

L’amore di Pietro per la moda, per l’eleganza e lo stile si fondano in un legame indissolubile e di primaria importanza, quello con sua madre. Una donna che ha insegnato ed educato Pietro alla creatività accompagnandolo in questo percorso e, in qualche modo, lo ha condotto verso la realizzazione del suo sogno.

Il designer riconosce chiaramente il ruolo importante della madre nella sua formazione come stilista e la ammira costantemente per la sua creatività, per il suo genio artistico e la sua capacità di interfacciarsi con l’arte.

Oggi Pietro ha un suo brand con cui produce sciarpe di notevole qualità e che si caratterizzano per una forte esaltazione del “senso dello stile” e dell’eleganza.

Scopriamo insieme a Pietro la sua storia…

italian-scarf-purpleCome è nata la tua passione per la moda… “Quando ero ancora un adolescente, mia nonna ha cominciato a portarmi con lei in giro per negozi, a fare shopping alla ricerca di nuovi capi per rinnovare il mio guardaroba in modo che questo potesse adeguarsi alla mia età. Mia nonna è sempre stata una persona giovanile ed appassionata di moda tanto che ha sempre acquistato capi di abbigliamento e accessori sia per lei che per gli altri…sebbene non sia mai stata benestante era in grado di trovare abiti di qualità senza prezzi da designer. Mia nonna ha avuto un ruolo importante nella formazione del mio gusto e nel mio stile; è stata lei che mi ha dato molti consigli in questo ambito facendomi capire come poter essere una persona elegante. Eh sì, mia nonna per me è decisamente una persona meravigliosa su tutti i punti di vista. In quegli anni dell’adolescenza, oltre a maturare come persona, ho, quindi, iniziato anche ad affinare il gusto per le belle cose…proprio così ho cominciato a vestirmi in maniera elegante e a capire meglio come fare abbinare colori ed accessori e soprattutto come operare per dare importanza all’attenzione per il dettaglio e alla raffinatezza. Da dieci anni a questa parte il mio modo di vestire rispecchia la mia personalità e cambia a seconda del mio stato d’animo. Altra persona che mi ha molto aiutato nella mia crescita creativa è stata mia madre. Lei è una persona da cui prendo continuamente ispirazione poichè ogni giorno lei stessa inventa qualcosa di nuovo fatto a mano da lei. L’ho vista creare borse e collane, realizzare dipinti e ridecorare interni di case e molte altre cose. Lei riesce a sorprendermi ogni giorno. Lei è un vero genio creativo. È proprio lei che mi ha aiutato a pensare fuori dagli schemi.” 

Raccontaci l’inizio della tua carriera… “La mia carriera come fashion designer ha avuto inizio quattro anni fa quando ho appreso da mia madre a creare collane e sciarpe fatte a mano, che ho venduto in Grecia ed Inghilterra unitamente ai prodotti creati direttamente da lei. Ho pensato che le conoscenze che ho acquisito negli anni sullo stile potessero essere trasferite su linee di prodotti in serie per creare accessori che piacciano alla gente che ama la qualità e l’eleganza.”

italian-scarf-silk-sea-ice

Come mai hai deciso di focalizzarti sulle sciarpe? “Credo che gli accessori possano dare un tocco finale di stile che delinea ed evidenzia la nostra personalità e che, nel caso in cui siano abbinati “bene” possono anche elevare un intero outfit. Con le sciarpe ho potuto dare il mio tocco di design e trasmettere, mostrare una parte di me stesso me alle persone. Iniziare un business coinvolge tante conoscenze in diversi ambiti e un investimento iniziale. Niente può essere sottovalutato, soprattutto il fatto che una collezione di capi di d’abbigliamento richiede un ampio stock di taglie diverse per lo stesso capo ed un costo elevato. Con gli accessori questo problema non si pone e perciò è stato più semplice iniziare così.”

Cosa vuoi comunicare tramite le tue creazioni? “Desidero che le persone possano ritrovare nelle mie creazioni parte di loro stessi, ambisco che si rispecchino nei miei accessori in modo che anche loro possano avere più fiducia in loro stessi attraverso il modo di vestire. Il mio brand Vivessi significa tanto, è l’unione dei cognomi dei miei genitori, che stimo molto e amo. I miei genitori mi hanno insegnato numerose importanti lezioni. Il messaggio che voglio dare alle persone è che non c’è limite ai traguardi e alle cose belle che possiamo fare nella vita con tanto amore e passione, ma è fondamentale avere delle fondamenta forti che ci aiutino a crescere come persone sane ed oneste.”

Parlaci della scelta dei materiali…“Attualmente prediligo come materiale la seta di Como. Questo tessuto lo scelgo per la luminosità che riesce a imprimere ai colori oltre che per il fatto che è molto soffice e delicato sulla pelle. Altro tessuto che uso è la lana in quanto rende calore nei mesi freddi.”

Quali sono le principali sfide e difficoltà che un fashion designer come te deve affrontare quotidianamente? “Le principali sfide maggiori negli stage iniziali sono stati capire i trend generali del mercato, approfondire la vera domanda in termini di colori e stili, trovare i fornitori migliori con cui creare un bel rapporto e definire con essi accordi che siano in grado di crescere l’immagine del brand. In sintesi, la vera difficoltà è quella di unire i diversi “attori” al fine di riuscire ad erogare il prodotto che desidero delineandolo e costruendolo secondo le mie aspirazioni affinché questo sia visto dalle persone, elegante e raffinato.”

A quale target di clientela ti rivolgi? “Donne che si desiderano sentirsi a proprio agio nell’essere eleganti e raffinate o che vogliono avere più fiducia in loro stesse tramite il modo di vestire e uomini di classe che apprezzano la qualità.”

Progetti per il futuro? “Mi piacerebbe accrescere la sostenibilità del mio brand attraverso un processo di ricerca e di selezione di materiali nuovi di qualità e che non danneggino animali ed ambiente. Credo ci sia bisogno di questa maturazione da parte di tutti noi.”

Attualmente dove possiamo trovarti e acquistare le tue creazioni? “Online sul sito di Vivessi dove si può acquistare la collezione sciarpe donna o la collezione sciarpe uomo. Abbiamo un ampio range di colori per tutti i gusti.”


The style, the passion, the influence. Pietro

From Italy to England. From a provincial town near Bergamo to the metropolitan city of London.

italian-scarf-silk-mermaidThis is the story of Pietro Lessi and how he managed to turn his ambition into a tangible reality; a passion born in him during adolescence under the guidance of his stylish grandmother and encouraged to bear fruit by the creativity of his artistic mother.

Pietro’s real love of fashion or, rather, for style and elegance is therefore inextricably linked to his admiration of these two incredible female role models.

Today Pietro has his own brand under which he produces scarves of undeniable quality characterised by a strong expression of classic style and, most importantly for him, sophisticated elegance.

Let’s discover his story in more detail…

How was your passion for fashion born? “When I was a teenager, my grandmother started to take me shopping to update my wardrobe to suit my age. She’s always been young at heart and passionate about fashion and always bought clothes and accessories not only for herself, but for others. Growing up, she was never well off but she learnt how to find quality clothes without the designer prices. She gave me loads of style advice and taught me how to be an elegant person. She is a decidedly wonderful person in each and every aspect. During those years, beyond maturing as a person, I started to develop my taste for the finer things. And so I started to dress myself in a more classic, elegant manner and to understand how to combine colours and accessories and above all the importance of sophistication and giving attention to detail. Another person who helped me immensely in my creative growth was my mother. She gives me inspiration because every day she invents something new with her own hands. I’ve seen her make bags, necklaces, paintings, redecorate houses and many other things. She manages to surprise me every day, she’s a creative genius. She’s helped me to think outside the box.”

Tell us about the start of your career… “My career as a designer started four years ago when my mother taught me how to make handmade scarves and necklaces, which I then sold in Italy, Greece and England with other items that she had created herself. I thought that the knowledge I had gained through my adolescence on style could be transferred onto creating a line of products, more specifically accessories for people who love quality and elegance.”

Why did you decide to focus on scarves? “I believe that accessories can give a final style touch which characterise our personality and if combined well can lift an entire outfit to the next level. With scarves I’ve been able to give my touch of design and give a piece of myself to people. Also, starting a business on your own involves lots of knowledge from different areas and an initial investment – not to be underestimated; a clothing collection requires a large stock of different sizes for the same garment and therefore a higher cost. With accessories this problem does not arise and so it was easier for me to start this way.”

What do you wish to communicate through your creations? “I want people to be reflected in what I create and to give them more self confidence in the way they dress.My brand name Vivessi means a lot, it’s the union of my parent’s surnames who I greatly admire and love. They’ve taught me so many important lessons. The message I want to give people is that there is no limit to the goals we can achieve and beautiful things we can do in life if we do them with much love and passion but it’s very important to have strong foundations which help us grow as healthy and honest people.”

Talk to us about your choice of materials…“At the moment I’m using Como silk for the brightness it imparts to the colours and it is very soft and delicate on the skin; and then wool because it gives warmth in the colder months.”

What are the main challenges and difficulties that a fashion designer like you has to face on a daily basis?“The biggest challenges in the initial stages are understanding what the market wants in a general sense regarding colour and style, finding the best producers which you can build a good rapport with and finding collaborations that make my vision of the brand grow towards the way I want it to be seen by people, that is, elegant and sophisticated.”

What is your target audience? “Women who feel at ease in being elegant and refined or who want to create this ease and build more confidence in themselves through the way they dress and classy men who appreciate quality.”

Any future projects?“I would like to be sustainable and am looking for new quality materials that do not harm animals and the environment. I believe we need this maturation from all of us.”

Where can we actually find and buy your creations? “Online on the Vivessi website is where you can buy from the women scarves collection or the men scarves collection. We have a wide range of colours to suit all tastes.”

25 commenti su “Lo stile, una passione, una eredità. Pietro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto