Piccolo Principe, un'avventura tra i libri

Piccolo Principe, un'avventura tra i libri

arton152144-6def2Scrittura, lettura. Forme d’arte, di passione, di cultura e di rappresentazione dell’interiorità e degli interessi.

Il mondo dei libri si caratterizza per numerose sfumature che si concretizzano nelle storie narrate, nei differenti generi, ma soprattutto nelle emozioni che questi trasmettono a noi lettori.

Leggere è un viaggio personale. Ognuno di noi recepisce e vive differenti sensazioni avvicinandosi ad un testo.

C’è chi ha scelto di fare dei libri la propria vita.

I libri sono parte integrante della nostra quotidianità, ci formano e ci guidano come delle stelle….

Tiziana e Massimo, due appassionati di questo mondo hanno scelto di sviluppare insieme il loro progetto fatto di carta stampata che “sente” della china dell’inchiostro e del profumo delle emozioni. Un’avventura dal mondo Piccolo Principe. Conosciamo con Tiziana, una dei duo cuori alla base di Piccolo Principe questa meravigliosa libreria nel centro storico di Morbegno…

Piccolo Principe. Una scelta di passione, di cuore. Raccontatemi l’inizio della vostra avventura… La nostra avventura, quella della nostra libreria è iniziata oramai da quindici anni in quanto Piccolo Principe è stata fondata nel “lontano” 2005. Questo progetto, questo “mondo di libri” nasce e si delinea sulla base dell’interazione, dell’incontro di due grandi appassionati lettori, io – Tiziana – che uscivo da un’esperienza di 25 anni di lavoro presso la libreria San Paolo di Sondrio e Massimo che, invece, aveva una innata e vera passione per la lettura. Un incontro casuale e fondamentale è stato il nostro in quanto ci siamo conosciuti grazie ad amicizie comuni. È stato in quel momento che è davvero iniziata la nostra avventura.Principe-Volpe 

Da dove nasce la vostra passione per la lettura e per il “mondo dei libri”?La mia passione personale per la lettura è nata per merito della mia maestra delle elementari che mi ha fatto conoscere il mondo dei libri.

 A quale tipologia di pubblico vi rivolgete? Credo che non ci sia una tipologia specifica di pubblico a cui ci rivolgiamo o cui scegliamo di rivolgerci. Per noi qui tutti sono i benvenuti e cerchiamo di aiutarli nel limite del possibile.

 Cosa trova il cliente quando viene da Piccolo Principe? Di sicuro non troverà tutto quello che cerca. Mi auguro, quindi, che trovi un ambiente accogliente e piena disponibilità da parte nostra.

Un-libro-è-W-31-640x360

Come si inserisce Piccolo Principe nel contesto di Morbegno? Io mi auguro che si inserisca in modo armonioso in quanto una libreria è sempre un segno di attenzione culturale in un paese oltre che un punto di riferimento per chi gravita su Morbegno dalle valli vicine.

Cosa significa per voi essere imprenditori oggi? Una sfida.

Quali sono le principali sfide che affrontate nella quotidianità come imprenditori? Credo che sia rappresentata soprattutto dalla fatica di mettersi sempre in gioco.

arton152144-6def2

Sempre di più la digitalizzazione e lo sviluppo tecnologico hanno portato allo sviluppo di nuovi strumenti e modalità di usufruire ai testi. Dal cartaceo al digitale. Una libreria è una sfida. Cosa ne pensate? Credo che lo sviluppo tecnologico abbia sicuramente portato verso altri metodi di lettura, ma per fortuna c’è ancora chi ama il “profumo della carta” e chi ama acquistare libri in libreria. 

Obiettivi e progetti futuri? Avere e comunicare sempre una piena e vera disponibilità a collaborare, così come lo stiamo già facendo, con biblioteche comuni scuole ecc.

16 commenti su “Piccolo Principe, un'avventura tra i libri

  1. Queste sono le idee imprenditoriali che adoro: passione ed emozioni che incontrano il lavoro quotidiano. Complimenti a Tiziana e Massimo per la brillante iniziativa! Possa avvicinare più gente possibile alla lettura ed alle emozioni che regala un buon libro.

  2. Mi piace la loro passione, l’ho proprio avvertita potente nelle risposte alle tue domande. Il nome della libreria è bellissimo e fortemente evocativo. Hanno scelto bene il nome e già quello penso che sia un grosso vantaggio per avvicinare le persone, creare un clima di fiducia e famigliarità. Una piccola libreria di questo tipo può essere un luogo di incontro, un luogo di cultura, un luogo di aggregazione.

  3. Un incontro davvero incredibile per quanto fatidico! Ci vuole coraggio ad aprire una libreria oggi, ma credo anch’io che la carta sia un’esperienza diversa; che regali letture più profonde e coinvolgenti e per questo spero avrà un nuovo corso 🤞

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto