Rendere un attimo unico, Daniela

Rendere un attimo unico, Daniela

Ho sempre avuto la passione per la fotografia. Sono sempre rimasta incantata da quelle persone che hanno avuto il dono di riuscire a sviluppare la sensibilità, la capacità e la tecnica di riuscire a cogliere con un click un attimo, una sensazione, un’emozione rendendola unica e per sempre.

Ho sempre ammirato e in parte invidiato i fotografi per questa loro attitudine.

Li osservo, nelle loro azioni apparentemente “addormentate”, ma studiate definite in ogni minimo dettaglio per riuscire davvero a rapire per l’eternità quell’istante.

Oggi parlo di uno di loro e nello specifico di lei, Daniela, una giovane fotografa di origini pugliese, oggi “importata” a Milano che con passione e dedizione coltiva il proprio talento e passione nel mondo della moda.

Conosciamola insieme mentre ci mostra e racconta le sue sensazioni, il suo mondo artistico e su cosa significhi per lei essere una fotografa…

“Sin da quando ero piccola mi sono sempre chiesta cosa volessi davvero fare da grande. Chi ambivo effettivamente a diventare. Questo interrogativo mi ha portata a ricercare con attenzione e determinazione risposte conducendomi a sperimentare “qua e là” tutto quello che avevo a disposizione.

Poi, col passare degli anni, crescendo mi sono resa davvero conto che i miei progetti erano tutti strettamente connessi ai colori, ai fogli che diventavano sempre più grandi e ai libri di storia dell’arte.

Spinta da questa dedizione e interesse ho deciso di proseguire i miei studi con l’arte. Lo ammetto questa non p stata una scelta semplice soprattutto per chi – come me – proviene da un piccolo paese di provincia.

Ho così iniziato gli studi presso l’Accademia delle Belle Arti grazie al supporto e al sostegno della mia famiglia e ho sempre cercato di esternare appieno quello che emotivamente provavo nel mio intimo attraverso performance e installazioni contemporanee. Tutto questo mi ha successivamente condotto alla piena scoperta del mondo della fotografia.

Ho iniziato con un corso base in triennale, mi sono appassionata, ho acquisito sempre più informazioni online o attraverso manuali integrando il “tutto” con le mie prime esperienze fotografiche sino ad iniziare a creare degli album personali o partecipando a delle collettive di artisti che, come me, frequentavano ambienti artistico.

Una volta conclusa la triennale ho perseguito gli studi di fotografia e ho iniziato a distinguere ciò che la fotografia poteva offrirmi in generale e ciò che io potevo offrire a lei, mi sono appassionata alla fashion photography con una masterclass frequentata nell’ultimo anno.

Lo ammetto, sono sincera. Non è stato un percorso sempre semplice, perché delle volte non credevo che il mio modo di scattare potesse anche solo lontanamente immedesimarsi con ciò che oggi è considerato di tendenza, ma grazie al supporto e alla guida dei miei professori sono riuscita ad incontrare e a conoscere un “mondo” che rispecchiava davvero quanto io volevo trasmettere: la Visual Photography.

Il poter unire elementi teatrali con la tendenza, porta appieno il teatro sul set. Questo connubio, a mio parere, si caratterizza per la sua capacità e potenzialità di trasmettere emozioni oggettive, ma soprattutto sensazioni individuali, diverse per ogni spettatore, potendogli così lasciare una libera e piena interpretazione. In questo modo c’è chi può pensare che tale modalità di scattare sia pura finzione, ma a questo punto mi chiedo davvero cosa sia meglio…guardare una foto reale e non avere stimoli di interpretarla o lasciarci trasportare emotivamente da ciò che l’arte può suggerire attraverso uno scatto?

Un giorno, mi piacerebbe molto riuscire a trasmettere totalmente queste sensazioni, unendo ciò che piace ad un pizzico di arte, fondamento principale per me.”

41 commenti su “Rendere un attimo unico, Daniela

  1. Non esistono strade semplici, ma ognuna vale la pena di essee percorsa! Complimenti e in bocca al lupo per il futuro!

    1. sono d’accordissimo con lei ed ogni difficoltà ci aiuta a comprendere dove stiamo andando e cosa vogliamo ottenere.
      Crepi e grazie davvero!

  2. Anche a me piace molto la fotografia ma non ho mai avuto tempo di fare qualche corso o qualche studio per diventare almeno un po’ più brava. Quando ho tempo mi piace molto vedere siti di fotografi per cercare di farmi trasmettere qualcosa di unico.

    1. importantissimo farsi affascinare, altrettanto importante divertirsi girovagando e scattando anche con la camera del tuo cellulare. Lasciati travolgere!

  3. L’arte, nella fotografia, come nella scrittura o nella pittura è scultura è qualcosa che ti riempie l’anima. COmplimenti per la tua determinazione!

  4. Quando la passione è forte batte ogni ostacolo! 😀 E il suo percorso di studi ha alimentato la sua passione tanto che ora arde!

  5. Faccio i miei complimenti a questa ragazza per la determinazione. Da pugliese capisco che non è stato facile per lei lasciare la propria terra per inseguire i suoi sogni

    1. esatto, non è mai semplice e spero vivamente anche di ritornarci un domani..ma adesso questi sacrifici sono fatti per me e sono entusiasta di mettermi in gioco!

  6. Io come te invidio questi artisti delle immagini. Quando mi sposto adoro scattare foto e mi piacerebbe tantissimo possedere la loro grande capacità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto