Sartoria Lesartiste

Sartoria Lesartiste

Oggi vi racconto la storia di un piccolo brand dal grande fascino, nato in un paesino della Valtellina, sul fondo valle….

Il marchio di chiama Sartoria Lesartiste e si contraddistingue per attenzione al dettaglio e per una grande passione per il prodotto e per la ricerca del materiale…

Chi è Sartoria Lesartiste? Presentaci il tuo brand…

Lesartiste nasce nel 2019 a Delebio un paesino della Valtellina come piccola realtà sartoriale. Siamo una sartoria a conduzione familiare, la passione per il cucito è stata tramandata da generazioni partendo dalla nonna di mia mamma che cuciva a Milano. Passione e dedizione permisero a mia mamma nel tempo di concretizzare il suo sogno di aprire una sartoria. Io Veronica invece inizio ad appassionarmi al cucito a quattro anni e a 11 anni ho realizzato il mio primo vestito. Così mi sono iscritta a una scuola superiore di moda per sviluppare nuove tecniche, conoscenze e capacità.

Ho sempre avuto tre figure di riferimento per la mia passione: mia mamma Irenella, zia Eliana (sorella di mia mamma) e nonna Gelsomina che, insieme alla zia, mi hanno insegnano i trucchi di maglieria e cucito in modo da arricchire le mie conoscenze. La sartoria oltre che unire tradizione e innovazione si impone come missione principale l’inclusione e appunto per questo una moda aperta a tutti forme e culture diverse, facendo sentire a proprio agio i nostri clienti, tutto questo conservando la tradizione del Made in Italy.

Il nostro brand Lesartiste nasce dall’unione di arte, artigianato, artiste e sarte, con questo vogliamo far capire che la sartoria è arte ed è un’arte aperta a tutti, non un’arte del passato perché tante persone pensano che cucire sia un lavoro delle proprie nonne e invece no. La sartoria è tutt’altro, si può creare con la propria fantasia dando sfogo alla creatività, si può creare un abito su misura oppure trasformarne uno che si ha già, utilizzando tecniche tramandate da generazioni aggiunte a quelle innovative.

Quali sono i connotati distintivi dei tuoi prodotti?

Come detto prima ci distinguiamo per l’unione tra tradizione e innovazione quindi riportare in vita varie tecniche delle generazioni passate e valorizzando si il Made in Italy ma con questo vorremmo estendere la sartoria grazie all’innovazione anche alle generazioni dei giovani, culture e forme diverse.

Per questo una nostra idea di moda è l’originalità, unire nella sartoria tutto quello che si conosce per esempio il lavoro a maglia che mi ha insegnato mia nonna e l’uncinetto insegnato da mia zia.

Come avviene la selezione dei materiali? Cosa significa per te sostenibilità?

Il tessuto rappresenta il punto di partenza dell’abito sartoriale dopo aver pensato al modello e lo stile del cliente. Su questo argomento riprendo l’inclusività. La scelta del tessuto rivela lo stile di chi deve indossare l’abito e ne condiziona in modo inevitabile la vestibilità. Vogliamo coinvolgere anche i giovani quindi i materiali li selezioniamo in base al budget del cliente, ovviamente mantenendo la qualità e il Made in Italy.

Qui rispondo anche alla seconda domanda, per noi sostenibilità significa riprendere un vecchio capo e rimetterlo a modello, fare delle riparazioni di abiti con materiali riciclati oppure realizzare abiti con tessuti riciclati e fibre naturali es. poliestere, cotone riciclato…ne esistono di tantissimi tipi.

L’emozione più bella del nostro lavoro è che da un piccolo pezzo di stoffa, unito ad altri, si può ricavare un capolavoro.

Secondo te quali sono le nuove prospettive del futuro della moda?

La moda è un fenomeno sociale quindi il modo in cui la moda cambia è indicativo di come una società e la sua cultura cambiano e si evolvono. Come è già successo in passato la moda riprende gli anni passati ma sempre modificando alcuni concetti e questo si fa con l’innovazione. Innovazione di materiali, di tecniche marketing ora c’è anche lo shopping online e questo per noi sartorie può essere difficile ma crediamo che con il giusto impegno e studio possiamo stare al passo con il tempo, dando la possibilità a tutti di vedere la nostra idea di sartoria, quindi, arte.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto