Turtle Beach, esperienza unica

Turtle Beach, esperienza unica

Se vi dicessi relax a cosa pensereste?

Il mio primo pensiero è il mare e da pochi giorni a questa parte posso affermare che la mia piena associazione con il relax e il sentirsi coccolata è quella con Turtle Beach Andora.

Adesso vi racconto la mia esperienza…

Lo scorso weekend sono stata ospite di Paolo, nella sua spiaggia 2.0, a Marina di Andora.

Questa spiaggia va oltre il concetto di spiaggia tradizionale perché è il risultato di un mix di contaminazioni e di esperienze, quelle che Paolo ha fatto in giro per il mondo e che ha scelto di unire nel suo progetto.

Turtle Beach è proprio questo un viaggio di emozioni.

Appena arrivi vieni letteralmente accolto dallo staff che ti offre l’acqua di benvenuto (ovviamente in un formato sostenibile e plastic free) e i salviettoni di benvenuto. Non appena ti viene assegnato l’ombrellone il bagnino ti accompagna alla tua postazione che ti lascia letteralmente a bocca aperta.

Per te hai un ombrellone con due lettini, tavolino, e ben due sedie. Ma la cosa davvero stupenda è il fatto che le postazioni non sono accalcate, hai lo spazio per muoverti, per respirare e per vivere anche la tua intimità e il vero relax.

Il servizio è ineccepibile in quanto sulla spiaggia c’è anche il bar ristorante dove puoi mangiare il sushi più buono che io abbia mai mangiato. Servizio al tavolo e volendo anche all’ombrellone sono alcuni degli aspetti che ti fanno sentire ancora più coccolato.

Ma non finisce qui. Vogliamo trascurare l’aspetto musica? Una piacevole musica, al volume adeguato, non invadente, ma perfetto come colonna sonora della tua giornata ti accompagna e, al calar del sole, compare il deejay che ti fa ballare mentre fai aperitivo in riva al mare.

Vogliamo poi parlare del ristorante? Turtle Beach è anche questo perché alle 19 la spiaggia si trasforma, i lettini spariscono e compaiono i tavolini… cosa vorresti di più di una cenetta romantica con sottofondo musicale in riva al mare?!

Lo ammetto non volevo più tornare a casa!

Grazie ancora a Paolo per aver reso questo weekend memorabile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto