Vivienne Westwood

Vivienne Westwood

È passato ormai un mese dalla scomparsa di Vivienne Westwood, ma chi era davvero Vivienne Westwood? Sicuramente una stilista che ha fatto e ha segnato profondamente la storia della moda.

Oggi più che mai il suo nome è leggenda.

Lei, Vivien Westwood, una stilista sempre in controtendenza, ribelle non solo nella moda ma anche nel suo attivismo in difesa dei diritti e dell’ambiente, è morta a Londra: aveva 81 anni. Ha vestito generazioni di ragazzi ribelli come lei, prima con pelle e borchie e poi con corsetti e panier. Ed è con loro che ha parlato di tutte le ingiustizie che secondo lei andavano cancellate: dall’inquinamento alla pena di morte. Lo ha sempre fatto a modo suo, mettendoci la faccia con happening che facevano il giro del mondo. Era malata da tempo ma non aveva mai voluto rivelare la sua malattia. Le sue condizioni erano vertiginosamente precipitate negli ultimi giorni. Chi le è stato vicino ha raccontato che è stata combattiva fino all’ultimo come lo è stata per tutta la vita.

E il suo nome è ancora più leggenda per le sue ultime ore di vita. I media raccontano che ha parlato sino all’ultimo del pianeta e di quello che bisogna fare per salvarlo. È stata la regina indiscussa del Punk. Occhi enormi azzurri e capelli rossi è stata un’icona di moda e stile. Ha vissuto in prima fila in tutti i momenti storici e senza limiti come la sua immaginazione e il suo estro creativo. Avrebbe compiuto 82 anni ad aprile. Era nata nel Derbyshire figlia di operai del tessile, Gordon e Dora Swire, una famiglia delle campagna inglese. Il suo rapporto con i tessuti fu di grande ispirazione. Per lei gli abiti non erano solo capi da indossare ma veri e propri manifesti di ribellione a tutto quello che non va.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto