Una passione che si autoalimenta, Adriana

Una passione che si autoalimenta, Adriana

Viaggiamo e dirigiamoci nel Sud Italia per conoscere Adriana, una donna che sin da quando era bambina ha vissuto con “il filo in mano” al fine di riuscire a dare luce alla propria passione alla propria creatività.
Adriana è un vulcano, un insieme di idee che le popolano la testa divenendo la base per la sua creatività e per sua pratica concretizzazione.
Un percorso crescente è stato quello che ha caratterizzato la carriera di Adriana, un viaggio fatto di perfezionamento e di continua ricerca del dettaglio al fine di riuscire a creare e a sviluppare un prodotto non solo unico, ma dove il singolo dettaglio, ricamo e applicazione diviene lo strumento di valorizzazione ed esaltazione.
Per Adriana nulla è scontato. Ogni dettaglio ha un peso e un ruolo chiave nel “disegno” complessivo di realizzazione del prodotto.

Conosciamo insieme Adriana, la nostra stilista originaria di Reggio Calabria…

“Mi chiamo Adriana Scopelliti, sono nata e cresciuta a Reggio Calabria; ho 57 anni ed ho cominciato a cucire quando avevo solo quattordici anni… una passione e una professione che mi accompagna da tutta la vita è quella per la moda e per la sartoria.
Appena terminata la scuola media, ho subito iniziato la scuola di taglio sotto la giuda di una sarta professionista, che ha saputo alimentare la mia passione…
Ogni opera per me è il frutto della mia passione e della mia arte…Ricordo come ieri la prima volta ho confezionato e “creato di sana pianta” il mio primo capo; è stato per la festa dell’Immacolata quando ho confezionato un abito per la mia adorata mamma. Lo ricordo come se fosse oggi, mia madre si guardava allo specchio incredula e visibilmente emozionata: il vestito non le faceva alcun difetto.
Questo evento mi ha dato ancora più carica, grinta ed ha alimentato la mia passione. È stato con questo evento che è davvero iniziato il mio viaggio nel mondo della moda…


Lo ammetto la moda e la sartoria è una passione vivida che si autoalimenta: ogni giorno che passa, per me, è sempre più entusiasmante.
Amo vestire le donne e questa è una sfida continua con me stessa: il mio unico obiettivo è rendere felice la donna che indossa una mia creazione. Per fare questo cerco sempre di valorizzare il più possibile, non solo il fisico della donna, ma soprattutto la sua personalità, il suo carattere, lo stile, la sua eleganza.

Quello che svolgo è uno studio costante su come fare emergere il meglio di ogni donna…questa secondo me è questa la sfida più impegnativa che noi artigiani dobbiamo affrontare giornalmente.
Le mie creazioni di solito rispecchiano le tradizioni calabresi; infatti nell’ ultima collezione, che ho presentato  a Roma, presso Palazzo Ferraioli, mi sono ispirata alla Calabria e più precisamente al mio paese nativo.”

3 commenti su “Una passione che si autoalimenta, Adriana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto