Bellezza & sicurezza

Bellezza & sicurezza

Il settore beauty in Italia

Il settore della bellezza, con particolare riferimento a quello dell’hairstyle ha subito un grave danno a causa del blocco necessario imposto dall’emergenza sanitaria inattesa.

Il business della bellezza si caratterizza per una elevata rilevanza a livello italiano in quanto l’attività di acconciatori e centri estetici produce un elevato volume di affari [oltre 6 miliardi di euro] impiegando oltre 263.000 addetti in 130.000 saloni.

Sono rilevanti le attività tendenzialmente di piccole dimensioni dal momento che 90% delle 130.000 imprese è costituito da attività con due persone in media. Da non dimenticare che acconciatori ed estetisti sono la seconda categoria artigianale nel nostro paese.

Fase 2: la riapertura. Come affrontarla

La tanto attesa riapertura dei saloni dei parrucchieri sembra chiara. Una data appare definita e delineata [salvo ulteriori variazioni] da parte Premier Conte. Secondo quanto dichiarato dal politico, contestualmente al suo discorso del 26 aprile, la data di ripresa e di riapertura dell’attività dei parrucchieri e dei saloni dediti ai trattamenti di bellezza dovrebbe essere il primo giugno 2020.

Un momento importante, una sfida per questi imprenditori che dovranno rivedere in modo importante il loro modo di lavorare e le tempistiche di erogazione dei loro servizi.

Ai fini di comprendere e gestire al meglio questa situazione è fondamentale che gli operatori, i professionisti si preparino per tempo.

L’incertezza deve, quindi, essere gestita ed arginata in ottica di crescita.

Affinché questo sia possibile è necessario avere conoscenze e tecnologie adeguate oltre che riuscire a comprendere esigenze e aspettative del pubblico. È fondamentale operare rispettando le norme rigide di scurezza e igiene che saranno imposte dal Ministero.

Sulla base di questa consapevolezza è cruciale che tutti gli operatori si organizzino e si strutturino in modo adeguato e preventivo.

22 commenti su “Bellezza & sicurezza

  1. Sicuramente questo periodo non è facile per moltissime categorie di lavoratori e questo vale anche per quelli del settore bellezza. Speriamo che possano presto riprendere il proprio lavoro.
    Maria Domenica

  2. Non ci tocca che aspettare le riaperture, pazientemente e intanto arrangiarci da soli come si può.

  3. Avevo tagliato i capelli giusto poco prima del lockdown…passando da un taglio lungo a metà schiena ad uno sopra la spalla! fantastico se non fosse che nessuno mi aveva spiegato che i tagli corti sono ancora più difficili da gestire! Dannazione!
    la cosa che mi manca di più però è potermi mettere il mio amato rossetto rosso, per chi ha gli occhi marroni senza tagli o sfumature particolari è difficile valorizzarsi in modo diverso!

  4. In effetti, alla luce di ciò che sta succedendo, anche un gesto semplice come andare dal parrucchiere richiederà prudenza ma anche un forte impegno da ambo le parti. Non so se ci tornerò a cuor leggero come un tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto