Il mio progetto: Style 'n Travel

Il mio progetto: Style 'n Travel

Cristina, CEO di Style ‘n Travel, una ragazza giovane e intraprendente ci racconta la sua storia.


Cosa fai nella vita? Da 4 anni sono CEO di Style ‘n Travel, agenzia di marketing e comunicazione con due sedi, una a Pisa e una a Marsala, la mia città d’origine.
Perché hai scelto questa professione? In realtà, è questa professione che ha scelto me. Ti spiego meglio: ho iniziato per caso, quando ho iniziato ad utilizzare Instagram e il mio profilo ha iniziato a crescere. Mi ci sono appassionata, ho iniziato a studiare, ad approfondire. Il profilo Instagram è cresciuto al punto che mi sono trovata ad essere un influencer. Le persone mi chiedevano il segreto di quel successo. Da queste premesse, ho iniziato a tenere dei corsi, che sono stati molto apprezzati. Finché non ho deciso di dedicarmi in maniera professionale alla comunicazione, investendo in un team di professionisti che adesso sono la squadra di Style ‘n Travel.
Cosa ti ha portato a questa scelta? Più che di scelta, direi che si tratta di un processo, di tante piccole scelte quotidiane. Costruire una realtà imprenditoriale solida è qualcosa che arriva col tempo. Ad un certo punto invece di chiederti “Perché?”, inizi a chiederti “Perché no?”. Quindi decidi di investire un briciolo di energie e risorse in più. Un pezzetto alla volta, ti ritrovi a fare sogni più grandi e non puoi più mettere a tacere la voce che ti dice “seguili”.
 Cosa ti piace (e non ti piace) della tua professione? Della mia professione amo il contatto con le persone: l’aspetto relazionale è fondamentale, perché quello che facciamo tutti i giorni è cercare di seguire in maniera completa ed accurata tutti i clienti. In pratica, diventano parte della nostra famiglia. Poi mi piace l’aspetto creativo: il dover pensare sempre a qualcosa di nuovo, la possibilità di mettersi continuamente in gioco con idee diverse. Quello che non mi piace? La parte burocratica e amministrativa. La trovo noiosa e monotona. Ma anche questo fa parte del lavoro.

Perché lavorare con te? Sono una persona che mette tutta sé stessa in quello che fa. Quando c’è da raggiungere un obiettivo, state sicuri che una soluzione per raggiungerlo la trovo.
 In cosa sai effettivamente “fare la differenza”? Ho tante idee. A volte ne ho talmente tante, che i membri della squadra di Style ‘n Travel faticano a starmi dietro. Poi sono una persona estremamente precisa e amante dei dettagli: quando c’è da fare qualcosa, presto attenzione al più piccolo dettaglio. Non mi sfugge nulla. I miei collaboratori lo sanno.
Se avessi la macchina del tempo cosa cambieresti (Cosa avresti fatto in modo diverso ed evitato)? Nulla. E non perché le cose siano andate sempre come desideravo, ma semplicemente perché credo che, se uno guarda l’insieme, col tempo trova una specie di ordine. Alcune cose hanno una loro logica intrinseca: tutto quello che accade ti lascia e ti insegna qualcosa. E quello che le esperienze fatte mi hanno insegnato è il bagaglio che ha permetterà di compiere altri passi.
Come ti definisci (sia lato personale che professionale)? Da un punto di vista personale, sono una persona molto determinata. Credo moltissimo nelle relazioni, nell’etica e nella lealtà. Sono valori semplici, che mi hanno trasmesso i miei genitori. Da un punto di vista professionale, invece, sono una persona molto precisa e meticolosa: sempre attenta ai dettagli, alle piccole cose.
10 anni fa come avresti immaginato la tua vita? Non so. Dieci anni fa andavo frequentavo ancora le superiori: ero un’adolescente piena di idee, che faceva mille cose. Non amavo stare sui libri, ma già amavo sperimentare. A quell’età non ci pensavo, forse. Ero spensierata e mi godevo la bellezza di quegli anni. Non sapevo cosa avrei fatto, sapevo solo che non avrei fatto qualcosa che non mi entusiasmava. E così è stato.
Hai un claim? Quale? Quando pago le tasse, dico sempre che il mio motto è “Pagare e sorridere.”

Progetti per il futuro? Tanti, che si potrebbero riassumere così: far crescere Style ‘n Travel, trasformando la mia agenzia in una realtà imprenditoriale sempre più grande e stabile. Vorrei che chi lavora con me si sentisse parte di un progetto bello, ambizioso ed entusiasmante.
Sei felice? Sì. Faccio un lavoro che amo, che mi entusiasma e che mi mette in gioco ogni giorno in cose nuove. Direi che, sì, sono felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto