Il piacere del filo e delle perle, Davide

Il piacere del filo e delle perle, Davide

Un fashion designer alla ricerca della sua strada. Questa è l’immagine che mi sovviene nel momento in cui penso a Davide Ciuffreda che da alcuni anni ha intrapreso la strada nel mondo della gioielleria.

Il giovane, dopo aver concluso il liceo Artistico Perugini di Foggia, ha deciso di intraprendere la strada dell’orafo e ha così iniziato in percorso di formazione presso la scuola privata del Tarì [Tarì Design School]. In questo contesto Davide ha avuto la possibilità di approfondire le tecniche di lavorazione dei metalli, la progettazione ed il design del gioiello, le pietre preziose e la progettazione CAD.
Inoltre, in collaborazione con Chiara Scarpitti, sua docente di Design ha sviluppato e ideato le sue  prime collezioni a livello scolastico. Tra queste emerge la selezione “Two stars” ispirata all’amicizia e poi una collezione più matura alla quale ha, poi, seguito “Matter and antimatter” basata su studi scientifici.
Durante il suo percorso Davide ha avuto l’opportunità d’incontrare il maestro orafo Rosmundo Giarletta il quale gli ha trasmesso il perfetto incentivo per provare a realizzare il suo più grande sogno, ovvero avviare una sua attività, un proprio brand nel mercato dei gioielli.
Una volta conclusi gli studi nelle terre campane, Davide ha fatto ritorno a Foggia, sua città natale, dove oggi continua a studiare in modo autonomo. Qui sperimenta, progetta e sviluppa cercando di rappresentare sempre di più la propria identità ed il proprio stile.

Ascoltiamo Davide che ci racconta come è nata la sua passione …

“La mia passione è nata da una casualità, da una persona conosciuta per strane coincidenze, che è svanita nel nulla dopo avermi presentato il meraviglioso mondo delle perline.
Sai, in un primo momento realizzavo montature semplicissime, compravo componenti scadenti e perline di scarto, da lì ho iniziato ad evolvermi, a migliorare. Inoltre, facendo esperienza da autodidatta sono anche passato a tecniche e lavorazioni sempre più complesse.
Se devo essere sincero non sono in grado di darmi una chiara motivazione sulle motivazioni per cui mi sono focalizzato sulla realizzazione di gioielli. Ho semplicemente sentito in me che questa era la strada, che il gioiello mi rappresentava poiché capace di esaltare la mia creatività, il mio modo di fantasticare.

Ho sempre amato creare mondi immaginari, storie che sono in grado di veicolarmi in un mondo diverso, fatto anche racconti che talvolta ho provato a scrivere. Credo che tutto nasca dalla mia inventiva e inclinazione alla scrittura e all’invenzione.”

Per quanto riguarda il target di utenti che sceglie le sue creazioni Davide afferma “Reputo che il mio brand lo decida in parte io ed in parte i miei acquirenti. Molto spesso mi richiedono gioielli realizzati in modi specifici, limitano molto la mia fantasia, ma per adesso va bene così.”

Per Davide i gioielli che realizza si caratterizzano per differenti  modi di comunicare chi lui è, ma sono accumunati dal fatto che  tutti raccontano delle storie che sono in grado di catapultare  in un’avventura o di far viaggiare per il mondo, nel futuro o nel passato o semplicemente nella fantasia, nella storia.

Relativamente ai materiali che utilizza il giovane si avvale principalmente di perline, ago e filo poiché solo questi tre elementi riescono a veicolarlo in una dimensione che lui identifica come “una casa, un luogo in cui mi sento al sicuro”.

Parlando dei suoi studi Davide racconta “Durante i miei studi da orefice non provavo una sensazione di agio quando realizzavo i gioielli con le perline, non mi rappresentavano. Di controverso la perlina, il filo e l’ago sono la base di tutto, l’uno compensa l’altro e se non ci fosse questo connubio non troverei la mia armonia.”

Numerose sono le sfide che il designer affronta continuamente. Sfide con sé stesso e con le sue paure poiché spesso prova una sensazione di blocco legata all’ansia di non riuscire a concretizzare niente a livello artistico. A questa si unisce la preoccupazione che le perline possano sembrare di “plastica” nonostante siano in vetro.

Davide evidenzia che a volte si tende a sminuire i gioielli realizzati con le perline poiché associate ad una bassa qualità.

I gioielli di Davide sono pensati per donne vere e forti, donne che non hanno paura, che affrontano i problemi e si mostrano per ciò che sono al meglio. Questi elementi non le rende indelicate, ma molto educate, rispettose e molto umane.

Per il futuro il giovane ha in progetto di aprire un proprio e-commerce dove vendere le sue collezioni per sviluppare qualcosa di fortemente concreto, in cui crede.
Potete trovare Davide su FB, IG e sul web!
Facebook: Davide Ciuffreda Jewelry
Instagram: davide_ciuffreda_  instagram:davide.ciuffreda.jewelry
www.davideciuffredajewelry.it

19 commenti su “Il piacere del filo e delle perle, Davide

  1. Questi gioielli sono stupendi, e l’amplia gamma di modelli che questo sapiente artigiano propone risponde alle esigenze di tutte le donne.

  2. Mi piace sempre leggere e conoscere la storia di ognuno degli artisti che presenti. Le creazioni di Davide sono davvero splendide: rivelano un grande talento ed una profonda attenzione per i dettagli. Bravissimo.
    Maria Domenica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto